Al via la Giornata Nazionale delle Ferrovie delle Meraviglie

La seconda Giornata Nazionale delle Ferrovie delle Meraviglie si svolgerà il 4 e 5 maggio. Antiche ferrovie e vecchi tracciati saranno valorizzati con treni storici, ferrovie turistiche o come greenways su cui camminare e pedalare.

Anche quest’anno l’Alleanza Mobilità Dolce si avvale della collaborazione e del patrocinio di Fondazione FS, la società  del Gruppo Ferrovie dello Stato che cura il patrimonio realizza treni turistici sui “binari senza tempo“.

Sul sito mobilità dolce si possono leggere tutte le locandine con gli orari.

Ecco una sintesi dei principali eventi che si svolgeranno il 4 e 5 maggio  e che hanno come protagonista principale il treno turistico. Sono previste anche  escursioni nei borghi e nei territori attraversati da binari e stazioni.

Gli eventi:

Si parte dal Piemonte con i treni organizzati da Fondazione FS in collaborazione con la regione Piemonte, con il treno Le Ferrovie delle Meraviglie con due proposte: il Treno storico del Rondò – Asti Nizza Monferrato Canelli Castagnole Asti (4 maggio) e il treno storico verso Neive (4 e 5 maggio).

Il 4 e 5 maggio a Neive, splendido Borgo Arancione del TCI, ci saranno visite, mostre e degustazioni organizzate dall’Amministrazione comunale e Touring Club Italiano.

Il 5 maggio è previsto il  Treno della festa della Barbera a Castagnole delle Lanze per la 41° sagra del Barbera “di cortile in cortile” con piatti tipici del territorio e produttori vinicoli locali.

In Lombardia, nella stessa giornata, partirà  il Treno BLU  da Milano, con il Lario Express verso Como e Lecco, organizzato dalla FBS, FTC, Fondazione FS e Regione Lombardia.

Treni turistici partiranno anche sulla Transiberiana d’Italia, in collaborazione con l’Associazione Le Rotaie, socia FIFTM e Fondazione FS, alla scoperta del Molise Autentico. Il 5 maggio (e tutte le domeniche di maggio) ci saranno treni per Sulmona Carovilli ed escursioni guidate per Capracotta, Pescolanciano, Riserva Mab Montedimezzo, Pietrabbondante.

E poi altri treni storici  di Fondazione FS con il Pietrarsa Express ed il treno turistico in Sicilia da Catania a Palazzolo Acreide Siracusa.

Altra esperienza interessante viene proposta dalla Associazione InLocoMotivi: i treni didattici lungo la linea irpina Avellino Rocchetta San Antonio. Si parte il 3 maggio, col primo treno da Avellino a Morra de Sanctis, a seguire l’8, l’11, il 22 e il 24 maggio.

Tutti i treni avranno mete diverse e sono stati organizzati da InLocoMotivi in accordo con gli istituti scolastici, costruendo un progetto che prepari al viaggio e che continui dopo di esso. Lo scopo è dare opportunità agli studenti non solo di conoscere il patrimonio ma di sperimentare, nell’anno dedicato al turismo lento, proposte di valorizzazione e promozione del paesaggio e del treno storico.

Novità anche dalla Sicilia, dove l’8 maggio l’associazione Sicilia in Treno propone una “Gita sulla ferrovia Circumetnea” con la mitica automotrice storica FIAT ALn 56.06 FCE e la visita al museo FCE di Bronte. Viaggio organizzato da SIT in collaborazione con Ferrovia Circumetnea.

Confermate anche per il  5 maggio le visite alla Rimessa Locomotive di Primolano a cura della Associazione Società Veneta Ferrovie.

E poi  la visita il 5 maggio al Museo Storico di Nucetto, dell’alta Val Tanaro e della linea ferrovia Ceva Ormea.  Lo stesso giorno ci sarà la camminata sui binari per la linea ferroviaria Santhià Arona, organizzata per il 5 maggio dall’Associazione Ferrovia Torino Svizzera, aderente Amodo, con partenza da Comignano ed arrivo alla Galleria di Gattico.

E ancora il 4 e 5 maggio l’ Associazione Ferrovie Ridotte Sarde ha organizzato la visita guidata presso Pozzo Baccarini – Funtana Crobetta – Gonnesa (SU) al sito archeologico minerario di Pozzo Baccarini, sul percorso della ferrovia che ha fatto nascere lo “scartamento ridotto italiano“. E poi in Sardegna è stata organizzata, per il 5 maggio, da Sardegna Sport e Natura, una escursione con ritrovo alla Vecchia Stazione loc. Vigne SS128bis Ozieri Pattada.

Anche a Spinazzola in Puglia è previsto un grande evento alla Stazione FS, con l’ Associazione La strada dei Fiori e con il  Comitato Sine Metu, per chiedere la riapertura della ferrovia Rocchetta San Antonio-Gioia del Colle.

A partire dal 5 maggio, ci  saranno treni turistici sul Treno della Sila organizzati dall’Associazione Ferrovie in Calabria in collaborazione con il FAI, Regione Calabria e Parco della Sila.