Cani e anziani abbandonati, arriva la campagna di Ca’ Zampa

Con l’estate ritorna l’emergenza abbandono degli animali domestici, ma anche quella legata agli anziani lasciati soli in città. Ca’ Zampa – il primo Centro innovativo dedicato alla cura e al benessere degli animali da compagnia- ha lanciato, a luglio, la campagna di sensibilizzazione “Non ci abbandonare“. Una campagna antiabbandono diversa dalle altre, che svela, attraverso un video, il legame forte tra gli amici a quattro zampe e le persone anziane, spesso trascurate in questo particolare momento dell’anno.

“I cani sono i migliori amici dell’uomo, ma troppo spesso le persone non sono capaci di ripagare il loro amore e la loro fiducia – ha detto  Giovanna Salza, Presidente di Ca’ Zampa – Abbandonare un animale in strada, oltre ad essere un atto ignobile ed un reato penale, mette a repentaglio la vita di chi viaggia o della comunità dove il cane viene lasciato. L’estate è anche il periodo dell’anno in cui molte persone anziane rimangono sole in città, e spesso possono contare solo sulla compagnia del loro animale d’affezione. Di loro Ca’ Zampa si occupa da vicino mettendo a disposizione un servizio gratuito di trasporto da e per la clinica e sviluppando progetti specifici per loro in particolare nel periodo estivo. Per questo abbiamo voluto realizzare una campagna che possa dar voce a due componenti deboli della nostra società, guardando la problematica dell’abbandono attraverso gli occhi di un cane e di un anziano”.

L’abbandono dei cani è un problema sociale di forte attualità: secondo gli ultimi dati LAV (Lega Anti Vivisezione) relativi al 2018, si stima che ogni anno in Italia siano abbandonati una media di 80.000 gatti e 50.000 cani, con punte che si registrano nel periodo estivo (25-30%), quando la partenza per le vacanze pone il problema della presenza di un quattro zampe. Oltre ad essere un atto deplorevole, abbandonare un animale è un reato punito per legge: come recita l’art. 727 del codice penale “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro”.

 In Italia, inoltre,  sono 13,7 milioni gli over 65 (il 22,8% del totale della popolazione), e secondo l’“Osservatorio Anziani e qualità della vita” in questo particolare periodo dell’anno  le richieste d’aiuto da parte di over 65 aumentano del 30% al Nord e del 10% al Sud.