GUGLIONESI, DOMANI FONTI COMUNALI ‘LIBERE’ DAL DEGRADO

227
GUGLIONESI, DOMANI FONTI COMUNALI ‘LIBERE’ DAL DEGRADO

Armati di decespugliatori, falce, ronche, guanti e sacchi i volontari di Ambiente Basso Molise lavoreranno al taglio di erbacce, rovi e rametti nelle fonti comunali di Guglionesi, togliendo tutti i rifiuti accumulati da mesi nei pressi delle fonti comunali. Lo faranno domani nel giorno della Liberazione, in questo caso ‘dal degrado’.
L’attenzione dei volontari cadrà sulla fonte di Nallo, le Cannelle e Fonte piccola.
Acqua preziosissima, quella delle fonti comunali, visto che fino a un secolo fa ancora non scorreva dai rubinetti delle case.
Per anni le antiche fonti di Guglionesi hanno rappresentato insieme alle diverse sorgenti prima della realizzazione dell’attuale rete irrigua e distribuzione d’acqua, la riserva idrica principale di Guglionesi. Oggi date le radicali trasformazioni intervenute, i fontanili hanno perso importanza sociale ma restano un segno peculiare e importante del territorio che non possono venir dimenticati perché sarebbe come perdere un tratto fondamentale della nostra storia locale.
Tutte e tre queste fonti sono state interessate da un progetto europeo il Life DINAMO che ha visto la riqualificazione delle fonti ed hanno riguardato la creazione di rampe per facilitare l’accesso ai tritoni e dell’ululone alle vasche; la realizzazione di vie d’accesso per gli animali alle aree trofiche e riproduttive e canaline di scolo per creare corridoi con gli ambienti circostanti. I monitoraggi dei fontanili restaurati hanno rilevato la colonizzazione delle vasche e degli stagni da parte di anfibi anuri (rane verdi e rospi) e del Tritone crestato (Triturus carnifex). Le rampe immesse durante gli interventi di ripristino naturalistico hanno permesso infatti ai tritoni di ritornare nei fontanili per riprodursi. Nel 2012 sono state traslocate, come da progetto, le larve di Ululone appenninico (Bombina pachypus) e, immesse nelle fonti, dove si sono adattate e cresciute e riprodotte. Adesso dopo appena due anni, tutto è finito, qualcuno ha deciso che questi animali, importanti per la biodiversità e per la salute umana, non potevano più esistere e, così è stato!
Ambiente Basso Molise e i suoi Volontari non potranno riportare l’Ululone appenninico ma faranno di tutto perché quelle fonti possano accogliere nuovamente sia i Tritoni che gli animali che quotidianamente la frequentano.