La ciclabile luminescente più lunga al mondo è italiana

Una pista ciclabile magica costeggia Laghi Nabi, un’area naturalistica distante pochi chilometri dalla via Domitiana e dal Litorale Domizio, in provincia di Caserta.

Realizzata con aggregati di vetro borosilicato di recupero (piccoli sassolini di 8-15 millimetri di diametro) lavorati con fosfori evoluti con l’aggiunta di terre rare (l’europio e il disprosio), la pista è in grado di assorbire la luce del sole e di restituirla per quasi otto ore la notte. Attraverso la fotoluminescenza, una fonte di energia pulita e rinnovabile, si possono, infatti, sfruttare le proprietà di alcuni elementi della terra capaci di assorbire la luce naturale del sole o la luce artificiale dei lampioni per illuminare la notte. Con un particolare procedimento è possibile rendere fotoluminescente qualsiasi oggetto, risparmiando l’energia elettrica anche in altri campi.

Il sentiero ciclabile  è lungo un chilometro e mezzo. E’ il più lungo al mondo e si ispira  alla Van Gogh-Roosegaarde Cycle Path di Nuenen, dove Daan Roosegaarde e lo Studio Roosegaarde in collaborazione con la Heijmans Infrastructure hanno voluto ricreare l’atmosfera del quadro “Notte Stellata” di Van Gogh del 1889, combinando la sostenibilità ambientale con soluzioni tecnologiche all’avanguardia e la comunicazione nell’era di internet.

La pista ciclabile di Laghi Nabi si inserisce all’interno di un progetto di recupero, di economia circolare e valorizzazione naturale molto ampio che riguarda l’intera zona delle ex cave di sabbia del Litorale Domizio, ed ha portato alla creazione della prima oasi naturale della Regione Campania.

Qui le vecchie costruzioni industriali sono state ripensate in chiave ecosostenibile. Le strutture ricettive, infatti, non deturpano questo angolo meraviglioso del Sud italia.