Plastica in mare: le soluzioni nel convegno dell’Unimol

La presenza di plastica nei mari è un problema che preoccupa sempre di più l’opinione pubblica. Per cercare di chiarire quali sono le principali cause di questo fenomeno, l’Unità Locale di Ricerca Co.N.I.S.MA, la Procura Generale presso la Corte di Appello di Campobasso, Capitanerie di Porto – Guardia Costiera Pescara – Termoli e il Centro Studi Molisano hanno organizzato il convegno dal titolo: “Inquinamento da plastica in mare: origini, conseguenze, problematiche giuridiche, possibili soluzioni“, che si terrà il 14 giugno, alle ore 15,30, nell’Aula “Adriatico” del Polo didattico universitario di Scienze turistiche di via Duca degli Abruzzi a Termoli.

L’incontro si aprirà con gli indirizzi augurali e di saluto del Rettore dell’Università degli Studi del Molise, Prof. Luca Brunese, del Direttore del Dipartimento Giuridico, Prof. Michele Della Morte, del C.V. (CP) Donato De Carolis, Direttore Marittimo dell’Abruzzo Molise ed Isole Tremiti della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera e della Prof. Loredana Tullio, Presidente del C.U.G. – Comitato Unico di Garanzia di UniMol.

A presiedere i lavori il Dott. Guido Rispoli Procuratore Generale presso la Corte di Appello  di Campobasso. Di ampio respiro il taglio dato alle relazioni previste all’interno del programma del convegno: dalle problematiche giuridiche e quadro normativo di riferimento per la protezione dell’ambiente marino dall’inquinamento, agli strumenti di prevenzione e repressione nella lotta all’inquinamento da plastica; dalle norme in materia ambientale, al binomio turismo e salute, per trattare poi la Marine Strategy in Italia, evidenziando con particolare approfondimento l’analisi delle Aree protette costiere, quali osservatori speciali dei rifiuti spiaggiati e del loro impatto sull’ambiente.