UN ALBERO PER UN DISPERSO IN MARE, IL MOLISE C’È

263
UN ALBERO PER UN DISPERSO IN MARE, IL MOLISE C’È

Si chiama “L’albero del migrante” ed è un’iniziativa partita dalla rete che si sta diffondendo in tutta Italia. E’ un gesto in memoria di chi ha perso la vita in mare nella notte tra il 19 e il 20 aprile. Piantare un albero nel nome di un migrante e condividerne la foto: un modo per dare dignità ad un migrante rimasto nel mare e lanciare un forte messaggio di solidarietà che resti nel tempo. L’iniziativa è nata da Alessia Arcolaci, Karole Di Tommaso e Angela Maria Laudato dopo la strage del 20 aprile,quando oltre 800 migranti persero la vita nel mar Mediterraneo nell’ennesimo naufragio.Un volo sui social network e il progetto ha iniziato a raccogliere “I like” e collaboratori attivi, soprattutto giovani, scuole e associazioni. I primi due alberi sono stati piantati a Torino, due ulivi simbolo di pace. Poco più tardi, in occasione del 25 aprile, prima dell’esplosione del fenomeno in tutta Italia, il terzo albero, un altro piccolo olivo spuntato in Molise.
Guarda il video