Andiamo al Bar a bere un bicchiere d’acqua?

Il Water Bar accoglie, al suo interno, le acque più particolari provenienti da ogni parte del pianeta. Essi nascono dalla volontà di intendere l'acqua come un bene puro, prestigioso, da gustare. In questi locali non viene servita nessuna bevanda che non sia acqua.

Uscire senza consumare alcolici pare sia diventato impossibile. Siamo abituati a locali che si specializzano in cocktail e bevande particolari, barmen sempre più istruiti e caccia di nuovi drink da lanciare. Ma sembra che, da qualche anno, stanno nascendo Bar nei quali si beve solo acqua: si tratta di luoghi di ritrovo per appassionati di acqua.

In questi locali non c’è nulla di alcolico, anzi non è venduto nessun prodotto diverso dall’acqua. I drink non sembrano così fantasiosi, visto che manca qualsiasi alcolico, ma anche un semplice caffè. Come mai questi Bar? L’obiettivo è quello di dar vita a una sorta di incubatore in cui fondere l’arte e la sostenibilità. Inoltre, si vuole enfatizzare l’importanza dell’acqua come bene comune e come elemento essenziale della vita dell’uomo e dell’universo. Questi locali non nascono da un giorno all’altro, ma sono il risultato di una serie di degustazioni guidate di acqua che coinvolgono molti studiosi e ricercatori, e soprattutto, prima di dar vita al luogo, molti studiosi hanno collaborato alle analisi e alle ricerche sull’acqua da poter inserire all’interno del locale. Il denaro guadagnato viene sfruttato per finanziare una serie di progetti che hanno come denominatore comune l’acqua e la tutela ambientale.

A Minneapolis c’è uno dei Water Bar più grandi del mondo, ma anche AquaBar, a luxury bottled water service di Beverly Hills fa la sua parte: il locale è una specie di wine bar, solo che al posto del vino si beve e si degusta l’acqua in bottiglia. Parigi conta ben due Water Bar che sono il Chez Colette in Avenue Saint Honorè e il Bar à Bulles di Boulevard Haussmann. In Italia, oltre al Water Bar di Bologna, esiste anche l’Acqua Store che si trova nella galleria Centrale della stazione Termini a Roma, il locale al suo interno contiene oltre 100 etichette italiane e straniere e un touch screen in grado di calcolare l’idro-tipo di ciascun cliente. Diciamo che quella del Water Bar è un trend che si sta sviluppando in tutto il mondo e pare sia un locale abbastanza alla moda, nonostante non si consumino bevande alcoliche.