Boom del catering: le ragioni di un successo

Mercato italiano del catering: ultimi anni decisivi per lo sviluppo del settore. Catering e banqueting spopolano nel nostro paese: il trend di crescita registrato dal settore negli ultimi 10 anni, infatti, è il più importante dell'intero comparto della ristorazione nazionale.

51
catering

Cerimonie solenni, feste di compleanno e anniversari si caratterizzano sempre di più per la presenza del catering, in virtù della comodità e dei molteplici vantaggi garantiti da questa tipologia di servizi.

Nel corso dell’organizzazione generale di un evento, vi sono moltissimi compiti a cui adempiere, che spaziano tra:

  • Contattare gli invitati: via telefono se si tratta di feste private che contano pochi ospiti, via SMS, social network o newsletter se parliamo di convention o congressi, via lettera cartacea se invece ci riferiamo ai matrimoni.
  • Scegliere il locale: un’accurata selezione della location è consigliata, in caso non vogliate organizzare la festa a domicilio. Musica e intrattenimento, giochi e attività, attrezzature varie per rendere l’evento il più personale ed originale possibile.
  • Organizzare le fornitura di cibo e bevande: uno dei punti cruciali di qualunque evento. Che si tratti di location in affitto o di una festa a domicilio, il catering è una soluzione ormai molto diffusa, che consente di risparmiare tempo per la preparazione delle pietanze e per l’acquisto delle bevande: la responsabilità della sfera Food & Beverage può essere quindi interamente delegata ad un’impresa specializzata, a sua volta forte della collaborazione di cuochi e chef professionisti.

Quelle appena descritte sono tre fasi standard dell’organizzazione di un evento, che aiutano a comprendere quanto sia gravoso l’impegno di progettare un banchetto o un buffet anche di piccole dimensioni. Per rendere meno complesso e dispendioso (almeno in termini di tempo) questo compito, una o più fasi possono essere interamente delegate a terzi, esattamente come avviene nel caso dei servizi offerti dalle imprese di catering specializzate.

Catering: servizio di ristorazione 3.0?

Fino a pochi anni fa il catering in Italia sembrava un’opzione esclusiva per persone benestanti o per eventi di grandissima importanza, in particolare matrimoni o incontri di business, come congressi e convegni.

La mentalità è cambiata notevolmente e lo dimostrano i fatti, con il cambio di passo del 2011: il numero di aziende italiane di catering è quasi raddoppiato, superando quota 500, secondo i dati forniti dalla Camera di Commercio all’epoca. A cosa è dovuto questo grande successo?

In primis, i ritmi della società sono aumentati vertiginosamente e il tempo libero si è paurosamente ridotto, non lasciando molto spazio neanche alle mamme per preparare dolci e torte rustiche per un classico compleanno a casa con gli amici.

In seconda battuta, è importante dire che si è sviluppata una notevole differenziazione delle preferenze delle esigenze alimentari, con un considerevole aumento di celiaci, vegani, amanti dei prodotti a km zero o biologici, allergici o intolleranti a una serie infinita di alimenti: talvolta appare quindi necessario rivolgersi a una ditta professionale di catering, che dispone di manager e consulenti per l’organizzazione dei menù, per la scelta dei prodotti e per la personalizzazione dell’evento e una schiera di cuochi pronti a preparare pietanze di ottima qualità.

Un altro tema importante è il trasporto di cibi e bevande, che viene talvolta imputato alle aziende del settore come unico punto debole del sistema catering. Ma si tratta davvero di un punto debole rimasto ancora irrisolto? Vediamolo nel dettaglio.

Trasporto e attrezzature nel processo di catering

Quando pensiamo al catering, immaginiamo un veicolo simile a un furgoncino parcheggiato nei pressi di un evento in un contesto esclusivo, come un matrimonio, da cui escono in continuazione piatti prelibati e di alta qualità: questo è l’immaginario che deriva anche dalla visione dei film prodotti in USA, dove il concetto di catering si è sviluppato e ha ottenuto i suoi primi riscontri positivi.

Il trasporto del catering è in effetti organizzato con veicoli professionali in grado di garantire lo spostamento di grandi quantità di cibo e bevande, ma anche di tutti gli strumenti propri del mestiere e dell’ampio ventaglio di attrezzature per catering indispensabili per un assicurare un servizio di qualità:

  • tovaglie e tovaglioli;
  • posate, bicchieri e piatti;
  • speciali contenitori isotermici dove sono confezionati i cibi e le bevande affinché la temperatura dei cibi non si alzi o si abbassi troppo da rovinare la qualità dei piatti, sia freddi (gelati ad esempio), sia caldi (primi e secondi piatti, contorni, etc.);
  • vaschette porta posate e vassoi per il catering da mensa o con design più ricercato e innovativo, leggeri e agevolmente lavabili in lavastoviglie;
  • funzionali casse in diversi materiali (i più comuni in polietilene e polipropilene), in grado di resistere a graffi, urti, scivolamento, acidi, solventi ed elevate temperature, per il trasporto di tutti i materiali precedentemente citati.

Il catering è entrato anche nella vita notturna di molte città, tra cui Roma, con la possibilità di affittare locali e usufruire per l’allestimento di feste ed eventi mondani a qualunque ora del giorno e della notte e anche presso location particolarmente esclusive. Tra queste, ne vogliamo citare una delle più insolite e di successo degli ultimi anni: si trova sul lungotevere della capitale ed è il cosiddetto Barcone galleggiante sul Tevere, disponibile per eventi di qualsiasi genere: feste, anniversari, compleanni e altro ancora.