Fondi europei: buone notizie per il Molise

130

Dopo il triste articolo del Corriere della sera sull’alto tasso di disoccupazione in Molise, pare che per noi ci sia una bella notizia riguardo la distribuzione dei fondi dell’Unione europea sul periodo di programmazione 2021-2027.

Dal Sole 24ore appuriamo che, stando all’ultimo bilancio a lungo termine dell’Unione europea, Sardegna e Molise passano dallo status di regioni in transizione a quello di meno sviluppate, raggiungendo Campania, Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia.

Da questa classifica dell’UE, dipende il conseguente numero di risorse che ogni regione riceverà nel prossimo periodo di programmazione 2021-2027. La buona notizia è che queste regioni avranno un aumento molto consistente di risorse europee: l’obiettivo è ridurre le disparità e riavvicinarle alla media Ue.

Un altro segnale molto preoccupante, oltre all’arretramento economico generale del Paese rispetto al resto dell’Unione europea, è che questa arretratezza, a lungo andare, si traduce anche in una contestuale perdita di peso politico. Se c’è un dato positivo è che si avrà un aumento consistente di risorse europee: l’obiettivo è ridurre le disparità e riavvicinarle alla media Ue.

Secondo le prime stime, alla regione Molise, potrebbero arrivare qualcosa come un miliardo di euro in più. Vale a dire poco meno del doppio riservato alla regione nel 2014-2020. Qualora la notizia fosse confermata avrebbe un peso in termini economici per la programmazione regionale, che sarebbe sicuramente un beneficio.