Francesca Capecce, la prof termolese senza cattedra che fa la bidella

1303
francesca capecce

La sua storia è finita sulle pagine del Corriere della Sera, sicuramente perché non manca di originalità come notizia. Stiamo parlando della vicenda di Francesca Capecce, molisana di Termoli, che pur essendo risultata idonea al “concorsone” per la scuola, in mancanza di cattedre non ha rifiutato l’incarico di collaboratore scolastico, perché così si chiamano ora i bidelli. Dopo dieci anni di insegnamento, come la stessa Francesca racconta al quotidiano nazionale, oggi si ritrova a ricoprire ben altre mansioni, per altro anche nelle stesse scuole dove aveva insegnato. Francesca non parla certo di umiliazione nel descrivere come la sua presenza all’interno della scuola sia notevolmente cambiata, ma usa il termine frustrazione per descrivere ciò che prova nel doversi adattare al ruolo di collaboratore scolastico nonostante i sacrifici fatti per superare il concorso e ritrovarsi poi a scuola circondata da supplenti bocciati al concorso stesso. Ma Francesca non si perde certo d’animo ed è orgogliosa degli apprezzamenti che quotidianamente riceve dai dirigenti scolastici e anche dagli studenti. D’altronde di questi tempi il lavoro è lavoro e chi ne ha uno deve tenerselo ben stretto.

Foto tratta dal Corriere della Sera