Giovani imprenditori molisani crescono: un successo l’evento “Lean Start Up Program”

110
evento ares

Tappa cruciale per LEAN START UP PROGRAM, l’iniziativa proposta da Ares, ente di formazione professionale, insieme a Milestn, società di web marketing: al coworking Inflazione Caotica della zona industriale di Campobasso sono stati presentati i primi piani d’impresa nati dal progetto.

Lean Startup, alla sua prima edizione in Molise, è un programma di preaccelerazione efficace e rapido particolarmente indicato per la nascita di start up. Mercoledì al Pitch Day, ossia all’incontro dedicato all’esposizione delle idee progettuali con i relativi piani di sviluppo, la sala riunioni di Ares era colma. Colma di giovani pronti a realizzare con la massima professionalità i loro progetti e di gente pronta ad ascoltare e soprattutto sostenere le nuove leve dell’imprenditoria molisana.

L’iniziativa ha visto la fattiva collaborazione tra Ares – Milestn e le Diocesi di Campobasso – Bojano, Isernia – Venafro, Termoli – Larino, che hanno operato attraverso il progetto Circuiti Civici Lab del Progetto Policoro che mira all’inserimento lavorativo di giovani.

La prima edizione di Lean Startup Program in Molise 2018 si è rivolta a studenti, neolaureati, aspiranti startupper e imprenditori. In 10 settimane i partecipanti hanno imparato a dare forma alle loro idee, lavorando a diretto contatto con le aziende e facendo rete nell’ottica dell’open innovation. Le lezioni sono state caratterizzate soprattutto da laboratori di innovazione e sviluppo, con particolare attenzione a metodi e tecniche di imprenditoria innovativa, alla selezione delle tecnologie più adatte per lo sviluppo, all’analisi di mercati e target per arrivare alla definizione del business model migliore.

Al programma di validazione e accelerazione di nuove idee di impresa hanno partecipato venti giovani che, al termine del percorso, hanno elaborato i business plan per sette nascenti start-up in Molise.

Sul piano della formazione dei professionisti startupper gli sforzi sono notevoli da parte delle realtà che puntano all’innovazione, ma sono ancora esigue le figure appartenenti al mondo istituzionale e dintorni pronte quantomeno ad ascoltare, valutare e magari considerare la qualità del lavoro di giovani pronti a mettersi in gioco in prima persona.

“Non sarà questa forma di sonnolenza imprenditoriale a fermarci – hanno spiegato Paola Pietrangelo per Ares e Nicola Riccelli per Milestn – Continueremo a fare da apripista per fornire metodi e strumenti, auspicando che prima o poi le azioni nostre e dei giovani strartupper possano prendere il volo, qui in Molise o fuori”.