La Pigotta Unicef è la miglior sorpresa di questa Pasqua. Auguri dalle nonnine di Villa Anna

134
pigotte villa anna

Hanno deciso di festeggiare la Pasqua con le Pigotte dell’Unicef i nonni della casa geriatrica Villa Anna di Campobasso. Insieme ai loro operatori hanno elaborato con grande fantasia le bamboline che permetteranno di aiutare tantissimi bambini molto sfortunati. Per realizzarle hanno dato fondo a tutte le loro idee e ai loro ricordi utilizzando stoffe di risulta, lana, colla, forbici e ago.

“È stata un’esperienza soprattutto terapeutica – spiega Francesca l’assistente sociale della struttura – Molte donne hanno ricordato il lavoro fatto nel passato e hanno messo a disposizione degli altri le loro competenze per cercare di fare al meglio queste simpatiche bamboline e poi naturalmente c’è il discorso della solidarietà, un motore in più per far sì che ciascuno di loro desse il meglio per realizzare un qualcosa di utile sotto ogni aspetto”.

Una volta contattata l’Unicef i nonni hanno seguito un piccolo corso per la realizzazione delle Pigotte grazie alle volontarie dell’organizzazione Quindi si sono messi al lavoro. “E’ stato un progetto che ha coinvolto tantissimo i nostri ospiti e che ci ha permesso anche di creare un’organizzazione consona alle loro capacità. Tutti si sono adoperati per fare la loro parte a seconda di quello che preferivano o sapevano fare e tutti si sono sentiti importanti in tutta la realizzazione del progetto le bamboline sono state messe in esposizione e in adozione così come il progetto Unicef prevede”.

Un’adozione che permetterà all’organizzazione Bellomo di portare avanti i progetti in favore dei bambini a rischio mortalità ed è attraverso i valori che quest’esperienza trasmette, gli stessi che tutti i nostri partner perseguono, che il Colibrì augura a tutti una buona Pasqua, una pasqua di serenità, di semplicità, di perseveranza e impegno, di lealtà e di felicità. Auguri!!