Rete Ambiente. La disuguaglianza: barriera e malattia

Giovedì 11 giugno, alle ore 17.00, in diretta sulle piattaforme Facebook e Linkedin. Parteciperanno: Jorgen Randers, Professore emerito di Strategie Climatiche, con un'intervista d'apertura, Annalisa Corrado, Lorenzo Fioramonti, Rossella Muroni, Tommaso Salaroli

donne

Perché il dopo non sia come prima“, la serie di conferenze in streaming organizzata da Rete Ambiente, vedrà nell’appuntamento di giovedì 11 giugno (dalle ore 17.00) dal titolo La disuguaglianza: barriera e malattia l’intervista a Jorgen Randers, professore emerito di strategie climatiche alla BI Norwegian Business School, tra i massimi esperti mondiali sui temi della sostenibilità, co-autore nel 1972 del primo Rapporto al Club di Roma “I limiti dello sviluppo” e del recentissimo “Reinventare la prosperità” (Edizioni Ambiente, 2020). La disuguaglianza è una malattia cronica che distrugge gli orizzonti dell’economia e intacca il funzionamento della collettività sociale. E oggi si espandono due “disuguaglianze di genere”, meno cruente ma altrettanto cruciali: quella nei confronti delle donne, ancora in secondo piano nelle posizioni dirigenti e nei ruoli sociali, e quella verso i giovani, marginalizzati ed esclusi dal loro stesso futuro.

A fronte delle crisi sistemiche, come la pandemia di COVID-19, le disuguaglianze di genere sono destinate a peggiorare, e penso che ciò che è successo sia un’anteprima di quello che succederà ancora, ma solo nel breve termine. Ma se guardiamo all’uguaglianza di genere in una prospettiva di almeno cinquanta anni, ciò che sta succedendo è che gradualmente le disuguaglianze si stanno riducendo. Via via che il tasso di fertilità si riduce a quello desiderato, le donne sono sempre più libere di studiare, di perseguire una carriera“, ha dichiarato Randers.

Alla conferenza prenderanno parte inoltre Rossella Muroni, sociologa, deputata; Annalisa Corrado, co-portavoce Green Italia; Lorenzo Fioramonti, economista, deputato; Tommaso Salaroli, Coordinatore esecutivo e responsabile strategico per il mensile Scomodo.

La crisi legata al coronavirus si è retta soprattutto sulle spalle di noi donne – commenta la deputata Rossella Muroni –  nonostante ciò continuiamo ad essere un Paese incapace di valorizzare l’intelligenza, le competenze e la partecipazione femminile. Due esempi: il 70% delle persone che sono tornate al lavoro in presenza nella Fase 2 erano uomini ed è servita una mobilitazione per includere le donne nelle task force che hanno messo a fuoco le misure e le politiche per ripartire“.

Qui il link per seguire la diretta.