Scuole sicure, gli istituti di Riccia a norma anche pe le emissioni elettromagnetiche

79
Riccia

Nel giorno della vigilia del terremoto che il 31 ottobre di quindici anni fa sconvolse la comunità molisana e in particolare quella di San Giuliano di Puglia dove sotto le macerie della scuola Jovine persero la vita 27 alunni e la loro maestra, molti Comuni molisani si sono attivati per rassicurare gli studenti e le loro famiglie circa lo stato delle scuole e la loro sicurezza.

A Riccia il sindaco Micaela Fanelli ha diffuso un comunicato specificando che le scuole del suo comune sono state tutte sottoposte a scrupolosi controlli che ne hanno accertato formalmente l’agibilità e la sicurezza.

“Giova rammentare che, per quanto riguarda l’edificio delle Elementari, nello studio di vulnerabilità sismica redatto nel corso di quest’anno, costato all’Amministrazione Comunale oltre 15.000 euro, si attesta come la scuola sia perfettamente agibile, raggiungendo un grado di sicurezza superiore a quanto prescritto dalla normativa vigente. Per quanto attiene la Scuola Media, questa è in possesso del Certificato di Collaudo per i soli blocchi 1 e 2 (rispettivamente sedi della Scuola Media e Materna) redatto ai sensi della normativa in materia di strutture in zona sismica di cui all’O.P.C.M. 3274/2003 e le Norme Tecniche per le Costruzioni D.M. 14.09.2005, vigenti all’epoca dell’esecuzione dell’Intervento di ristrutturazione e manutenzione straordinaria del plesso scolastico F. Ciccaglione – Scuola materna e Media – Via Calemme con adeguamento sismico e consolidamento strutturale mediante fibre di carbonio. Per quanto riguarda i blocchi 3 e 4, rispettivamente sedi dell’Auditorium e della Palestra, dal momento che non sono dotati di certificato di collaudo, sono attualmente interdetti all’uso, in attesa del finanziamento richiesto da questo Ente alla Regione Molise – Servizio Protezione Civile, che permetterà la realizzazione di un intervento strutturale di miglioramento sismico di detti blocchi destinati anche alla funzione strategica di Centro Operativo Comunale (COC), volto al conseguimento del livello di sicurezza richiesto dalla normativa vigente. In ogni caso, per non privare gli studenti delle attività fisiche, l’amministrazione ha messo loro a disposizione autobus per garantirne il trasporto presso il palazzetto P4. Pertanto voglio rassicurare la popolazione di Riccia: le nostre scuole sono sicure!”

Per quanto riguarda il tema delle emissioni elettromagnetiche, si specifica che l’Amministrazione del Comune di Riccia, periodicamente e di propria iniziativa, chiede a soggetti terzi di certificare il rispetto dei parametri di legge. Tali rilevazioni condotto dall’Arpa hanno evidenziato che nella zona del Liceo Scientifico i livelli di emissioni elettromagnetiche sono abbondantemente al di sotto del limite ammesso dalla legge, per cui non esiste alcun rischio per la comunità. Il Consiglio comunale, inoltre, nel varare il piano energetico, ha predisposto il regolamento e ha bloccato tutte le richieste di autorizzazioni a nuove installazione di antenne della telefonia mobile.