Campobassanità allo stato puro: torna in città ILDIAVOLODEIMISTERI

Accanto alla sfilata dei Misteri giochi, gadget, musica, cultura, visite guidate e altre diavolerie

Campobasso, Sfilata degli Ingegni 2019, torna a grande richiesta ILDIAVOLODEIMISTERI, l’iniziativa ideata ed organizzata da Ares che da ben dieci anni affianca alla festa campobassana per eccellenza una serie di iniziative turistiche, culturali e di puro intrattenimento volte ad esaltare ancora di più la ‘campobassanità’ di questi giorni.

Ecco allora il temporary shop che quest’anno attenderà curiosi ed appassionati in corso Vittorio Emanuele II 19 quasi all’angolo con via De Attellis. Fantasia allo stato puro, cultura e tanto divertimento in uno spazio in cui abbigliamento, artigianato, libri, gadget e diavolerie varie rendono particolarmente allegro l’appuntamento con la grande tradizione.

Il team operativo
Il team operativo

“L’anno scorso abbiamo fatto una pausa ma devo riconoscere che l’evento ci è mancato tantissimo – spiega Paola Pietrangelo, presidente Ares – Dai tempi del grande scatulone (cit. Gino Di Bartolomeo) al centro di piazza Municipio ad oggi questo evento è entrato ormai nel nostro dna perché rappresenta la nostra vision, il nostro modo di essere. Amiamo profondamente la nostra città e tutto ciò che di bello in essa si può vivere e portare. E soprattutto ci piace condividere le cose belle che possono esaltare e rappresentare la nostra Campobasso“.

diavoli al lavoro2
Diavoli Ares in arrivo

Ecco allora come sempre oggetti realizzati da giovani artigiani, idee curiose da indossare, attrezzi più o meno utili che riportano rigorosamente un diavolo, una donzella o entrambi. Sarà possibile scattare fotografie ricordo decisamente uniche o scatenarsi in divertenti evoluzioni dialettali o in quiz di cultura generale rigorosamente campobassana. Non mancheranno stornelli improvvisati e musica scacciapensieri, iniziative per i bambini e visite guidate per chi ancora non conosce gli angoli più caratteristici della città.

“Come sempre ILDIAVOLODEIMISTERI è per noi un notevole investimento in termini economici e di lavoro, perché non riceviamo alcun sostegno – conclude Paola Pietrangelo – ma il ritorno per noi c’è già al momento della partenza: da parte dei tanti che ci cercano e ci spingono a riproporlo, da parte della gente che ogni anno affolla il locale e nell’affetto dei tanti volontari del turismo che gratuitamente e con piacere ci aiutano sempre a realizzare il tutto”.

Sul profilo Facebook o sul sito tutte le informazioni e la possibilità di registrarsi alla newsletter.