ANASTASIA LAURELLI E MARIO LIVRIERI VINCITORI DEL PREMIO MICHELE BULDRINI

277
ANASTASIA LAURELLI E MARIO LIVRIERI VINCITORI DEL PREMIO MICHELE BULDRINI

Identità, memoria, ma anche una nuova prospettiva a coloro che hanno sbagliato. La quattordicesima edizione del “Michele Buldrini” – il premio regionale di narrativa intitolato allo scrittore molisano, indetto e organizzato dall’Unione Lettori Italiani, con la direzione artistica di Brunella Santoli, dalla Provincia di Campobasso e dalla Fondazione Molise Cultura, nell’ambito di Ti racconto un libro – Laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione – è un’alternanza tra introspezione e cadenze oscure della vita.

A vincere sono proprio due racconti caratterizzati da una profonda analisi dell’animo umano. Con Destinazione Paradiso, Anastasia Laurelli, studentessa della 3°b dell’Istituto Mario Pagano di Campobasso, si aggiudica il premio della Sezione scuola grazie a un racconto giocato sulla convivenza di una tragedia incombente e lo scorrere regolare della vita al di fuori del corpo condannato dal male.
Mario Livrieri, detenuto presso la casa circondariale di Campobasso, è invece il vincitore della Sezione giovani con Mi chiamo Mario, in cui l’autore scarnifica e rende essenziale la vicenda umana, trasformando in narrazione l’irriducibile mistero della condizione umana.
Tra i segnalati della giuria anche Topolino, Edipo e pere cotte di Giuseppe Reale (Sezione giovani) e Immaginatio dello studente Luigi Nunziata della 2°d dell’istituto Mario Pagano di Campobasso (Sezione scuola).

Il verdetto è stato affidato alla giuria tecnica composta dagli scrittori Antonella Cilento, Diego De Silva e Antonio Pascale, insieme al Presidente della giuria Sandro Arco, Direttore della Fondazione Molise Cultura, e all’organizzatrice del premio Brunella Santoli, Direttore artistico dell’Unione lettori italiani.

I racconti dei vincitori e dei segnalati saranno pubblicati sul sito dell’Unione lettori Italiani di Campobasso (www.unionelettoritaliani.it).