Archeologia per tutti a Campobasso. Il Castello Monforte ospita il Cavaliere di San Biase

Giovedì 20 agosto la serata di prestigio costruita intorno al gruppo scultoreo di epoca sannita rinvenuto negli anni '90. Il Cavaliere di San Biase, risalente del IV secolo a.C., guiderà il pubblico in un percorso di conoscenza e di confronto sui segni e sul valore della nostra storia

L’Associazione “Il Cavaliere di San Biase APS“, in collaborazione con la Direzione Regionale Musei del Molise, l’IRESMO Istituto Regionale per gli studi storici del Molise ed il Comune di Campobasso, è promotrice di un nuovo evento culturale con la presentazione del catalogo interamente dedicato al gruppo scultoreo di epoca sannita denominato “Il Cavaliere di San Biase”.

Il reperto del IV secolo a.C., un cavaliere non armato, bensì, in abiti civili di rappresentanza dell’élite aristocratica sannita, diventa ancora il protagonista dell’incontro con la comunità, in un appuntamento di archeologia pubblica che vuole tramutarsi in occasione di dialogo sui temi storici, di conoscenza, di tutela e valorizzazione del nostro patrimonio culturale.

L’eccezionalità dell’iconografia raffigurata mostra il carattere dell’ethnos sannita maturato grazie al confronto con le culture campane, tuttavia, oggi il reperto diventa anche simbolo dell’importante dialogo tra la persone e gli studiosi. La scultura litica, infatti, è stata rinvenuta casualmente negli anni ’90 in agro del comune di San Biase, poi consegnata alla comunità scientifica che ha potuto così studiarla e valorizzarla, essendo essa parte centrale della collezione del Museo Sannitico di Campobasso, ovvero patrimonio di tutti.

Giovedì 20 agosto all’interno del cortile del Castello Monforte, alle 20.30, il fotografo Mauro Presutti, autore degli scatti, la Dott.ssa Susanne Meurer, Direttrice del Museo Sannitico, la Dott.ssa Nella Rescigno, presidente dell’IRESMO e la Dott.ssa Silvia Santorelli, che ha curato il coordinamento scientifico del progetto editoriale, presenteranno il catalogo archeologico che si compone di contributi testuali sui temi specifici della ricerca e studio, anche con i testi del Prof. Tesse Steck e del Prof. Gianluca Tagliamonte e di una sezione fotografica di inedite immagini capaci di evidenziare i dettagli anatomici o del costume, portando lo spettatore a diretto contatto con l’opera antica.

Il catalogo è stato realizzato dall’Associazione “Il Cavaliere di San Biase APS” e pubblicato grazie al contributo dell’IRESMO che ha creduto in questo progetto editoriale che ha unito la ricerca alla valorizzazione, offrendo nuovi punti di vista sulle tematiche archeologiche e sul valore dell’arte antica come veicolo di identità e di bellezza.

L’evento rientra tra le manifestazioni del bando “Turismo è Cultura 2020”, promosso dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura della Regione Molise.