DA SAN VINCENZO A SANTA MARGHERITA LIGURE L’OMAGGIO ALL’ORTESE

202
SAN VINCENZO AL VOLTURNO, OMAGGIO AD ANNA MARIA ORTESE

Fra le celebrazioni organizzate per il centenario della nascita dell’Ortese, quella nell’Abbazia di San Vincenzo al Volturno, è stata una delle più seguite e riuscite, per partecipazione, atmosfera, presenza di eccellenti relatori.
Organizzata da Esther Basile, componente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, che a fine luglio ritorna in Abbazia per proporre l’Alta Scuola di Formazione Filosofica – in programma ogni anno anche una lezione della reverenda madre superiora Miriam Benedict- l’omaggio ortesiano in San Vincenzo si incastona tra altre proposte e momenti culturali in luoghi quali Pescocostanzo, Narni, Terni, Perugia, Firenze, Nola, Fondi, Roma, presso il Parlamento e nell’Accademia di Santa Cecilia.
Uno degli ultimi incontri si è svolto in Santa Margherita Ligure, su organizzazione del Comune ligure, dell’Istituto Italiano per gli Studi filosofici e dell’Associazione Eleonora Pimentel , nei posti dell’Ortese che visse ben diciotto anni a Rapallo.
L’incontro culturale, che ha visto i relatori impegnati emotivamente nella ricerca dei luoghi ortesiani, ha dato vita anche alla proposta di affiggere una targa sul palazzo in cui l’Ortese abitò con la sorella, a memoria di questa presenza eccelsa, ma dall’esistenza schiva e solitaria, che scriveva, in contrappunto alle difficoltà e alle privazioni, opere di respiro europeo.
Alla presenza del sindaco di Santa Margherita, Paolo Donadoni, dell’assessore alla Cultura, Tassara, della presidente FAI- Portofino-Tigullio, Rossella Rosa e di altri ospiti accolti nell’Arena Umberto Bindi- nello scenario paesaggistico di specifica bellezza del Golfo del Tigullio-, i relatori, Esther Basile, autrice del saggio Anna Maria Ortese, edito da Alieno- Perugia, di cui si è ampiamente parlato per sottolinearne i pregi e le peculiarità, Gioconda Marinelli, Maria Carla Beretta, Lucia Stefanelli, Maria Stella Rossi, Maria Esther Mastrogiovanni, con la partecipazione straordinaria, apprezzata e applaudita dell’attrice Milena Vukotic hanno dato vita a una serata di alto livello culturale e propositivo, sottolineata dalle interpretazioni musicali del maestro Lino Blandizzi e dalle fotografie di Rosy Rubulotta che si è occupata anche delle videoriprese dell’evento.
Ancora una tappa celebrativa in Molise, dopo san Vincenzo al Volturno, prevista per il sei giugno in Isernia, presso la nota Libreria Della Corte, per presentare il libro della Basile e in contemporanea continuare il discorso iniziato l’anno scorso sulla riproposizione e sul porre di nuovo attenzione su Anna Maria Ortese, autrice di opere che hanno contraddistinto la letteratura del Novecento.