‘LA PAURA DELLA LINCE’ TRA LE MURA DEL CARCERE

185
‘LA PAURA DELLA LINCE’ TRA LE MURA DEL CARCERE

Hanno attraversato un labirinto mozzafiato, dove la suspense regna incontrastata per tutta la durata della narrazione. Rivelazioni ed eventi inquietanti hanno scandito le pagine di un raffinato noir ambientato nella Napoli dei giorni nostri ed ora sono pronti ad incontrare di persona l’autrice del libro che li ha accompagnati in queste settimane di intensa lettura.
Nell’ambito di Liberi di leggere, l’iniziativa di Ti racconto un libro – il laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione promosso e realizzato dall’Unione Lettori Italiani con la direzione artistica e organizzativa di Brunella Santoli, e sostenuto dalla Fondazione Molise Cultura e dalla Regione Molise – Assessorato all’Istruzione e con il patrocinio della Provincia di Campobasso e del Comune di Campobasso, la scrittrice Antonella Cilento farà visita ai detenuti del carcere di Campobasso per discutere e confrontarsi su uno dei suoi libri più conosciuti, La paura della lince, che gli ospiti della casa circondariale hanno letto nelle ultime settimane.
L’incontro, in programma sabato 21 febbraio alle ore 11 nell’istituto carcerario, è organizzato in collaborazione con il Laboratorio di lettura del carcere di Campobasso, condotto da Brunella Santoli, e rappresenta un’occasione unica di crescita culturale e umana, non solo per i detenuti, ma anche per gli organizzatori dell’appuntamento che da anni promuovono questo tipo di iniziativa che ha registrato sempre riscontri molto positivi. Oltre che su La paura della lince, i detenuti avranno l’occasione di confrontarsi anche su Asino chi legge in cui l’autrice raccoglie esperienze vissute negli ambienti e con le persone più disparati in un clima in cui chi ama leggere viene guardato con sospetto e trattato con sufficienza, quasi stesse buttando al vento tempo prezioso.
Nel corso degli anni, Liberi di leggere ha ospitato alcune delle personalità più prestigiose della narrativa italiana, da Pino Roveredo a Ivan Cotroneo e Antonio Pascale, dando vita ad una formula innovativa di lettura basata sul confronto e la discussione e che ha di fatto creato le basi per il Laboratorio di lettura, un’esperienza realmente condivisa e che ha riscosso una straordinaria partecipazione. Un luogo in cui la lettura rappresenta un ritaglio di libertà e un modo per mantenere viva l’intelligenza e per elaborare un nuovo senso della vita.
Il prossimo appuntamento con Ti racconto un libro è in programma martedì 3 marzo alle ore 18.30 nella sala conferenze della biblioteca provinciale Albino di Campobasso con Pino Roveredo e il suo Ballando con Cecilia, un romanzo toccante e di rara intensità a firma di uno degli autori più importanti del panorama narrativo italiano.