Matera, Salvador Dalì invade la città della cultura

108
DALì

Uno spettacolo da togliere il fiato: Matera, città dei sassi e Capitale Europea della cultura 2019, sarà arricchita e resa ancora più bella grazie alla presenza delle opere del grandioso Salvador Dalì. I Sassi non saranno altro che la cornice di un quadro ricco di colori: 200 le opere e le sculture originali dell’artista spagnolo. Un percorso multisensoriale che accompagnerà i visitatori e li farà immergere in una vera e propria storytelling espositiva. Adatta a tutti: a chi di arte non se ne intende, a coloro che amano, che vogliono scoprire ed avvicinarsi all’artista, ai giovani, agli adulti e ai bambini.

La mostra all’aria aperta La persistenza degli opposti verrà inaugurata agli inizi di dicembre e andrà avanti per tutto l’anno. Il misterioso arrivo in città è stato promosso da simpatici cartelloni pubblicitari dal colore giallo sgargiante, che hanno come unico e solo protagonista il simpatico Dalì che si annuncia a tutti con la frase: “Sto arrivando”. Dall’orologio sciolto in via Madonna delle Virtù all’elefante gigantesco in piazza Vittorio Veneto, quattro i temi più cari all’artista che si susseguiranno nella mostra: l’irrefrenabile tempo, la trasformazione della realtà in surrealtà, il dialogo tra scienza e religione e infine il contrasto tra un involucro duro e un contenuto molle.

Beniamino Levi direttore della Dalì Universe insieme con il gruppo Cuboin sono i curatori e ideatori dell’iniziativa. La Dalì Universe è una delle più importanti collezioni di opere dell’artista spagnolo ed è unica nel suo genere. Così come unica e assolutamente innovativa è la mostra proposta in un paesaggio fortemente suggestivo.

Salvador Dalì è quindi pronto ad essere idealmente promotore di Matera come Capitale Europea della cultura. Grazie anche ad un piccolo capolavoro di spot, i curatori sono riusciti ad innescare una forte curiosità. E per scoprire le altre innumerevoli sorprese che tengono in serbo, non basta altro che fare un tuffo e immergersi in un viaggio magico, assolutamente da non perdere, nella città dove il tempo si è fermato.