Riapre il Museo del Saxofono, un’eccellenza italiana tutta da scoprire

Sabato 13 giugno, ha riaperto il Museo del Saxofono, un’eccellenza del territorio di Fiumicino ed unico museo, nel panorama internazionale, dedicato a questo strumento. Il direttivo del Museo ha lavorato intensamente pur di arrivare preparato alla prossima riapertura con un nuovo percorso di visita ridisegnato per la piena sicurezza dei visitatori ed ulteriormente arricchito da un’esposizione fotografica con oltre 100 foto d’epoca originali.

Per festeggiare la riapertura, il 20 ed il 21 giugno, il Museo ha messo in cartellone CONVERSAXIONI, una nuova ed originale proposta museale. Una visita guidata speciale tenuta dal direttore del museo Attilio Berni accompagnato al pianoforte dal M° Alessandro Crispolti. Racconti, aneddoti, musiche suggestive e stupefacenti strumenti che si trasformano in una sorta di concerto-racconto, per unire storia ed edutainment narrando l’idea costitutiva del museo e le più avvincenti metamorfosi del saxofono. Dal piccolissimo soprillo di 32cm al gigantesco contrabasso di 2mt, dal Grafton Plastic agli strumenti dell’inventore Adolphe Sax, dal mitico Conn O-Sax al Selmer CMelody di Rudy Wiedoeft, dal Jazzophone ai grandiosi Conn Artist, dai sax a coulisse ai saxorusofoni, dal tenore Selmer appartenuto a Sonny Rollins all’Ophicleide…

Un’esposizione di stupefacenti strumenti per districarsi nelle innumerevoli trasformazioni del saxofono ed incontrare i grandi capolavori delle fabbriche Conn, Selmer, King, Buescher, Martin, Buffet, Rampone, Borgani, ecc… seguendo un connubio tra arte ed artigianalità, creatività e tradizione che dalla bottega dell’inventore Adolphe Sax giunge fino ad oggi. Questo e molto altro ancora in un autentico spazio della cultura musicale “saxy”.

Da fine giugno, sempre nel pieno rispetto delle norme a riguardo dell’emergenza covid-19, riprenderanno anche le attività di masterclass, conferenze e, novità assoluta,  anche una rassegna di concerti all’aperto. Gli orari di apertura estivi: dalle 16:00 alle 19.00, dal martedì al venerdì, sabato e domenica anche in orario antimeridiano dalle 10.00 alle 13.00. Per visitare il Museo è necessario prenotare la visita sul sito o contattare i numeri 0661697862347.537.4953.