Ripalimosani, la Mascherata diverte e incanta un pubblico mai visto prima

Tre figli, tre problemi: la famigliola della Mascherata 2017 a Ripalimosani ha portato in scena alcune delle problematiche più scottanti di una società che sta cambiando e lo ha fatto con grande ironia, col sorriso.

La famiglia Meraviglia
La famiglia Meraviglia

‘Accettare il cambiamento’ è il comune denominatore di una scrittura quest’anno più matura e strutturata, che porta la firma di Danilo Cristofaro e Gianmarco Di Lauro. Così i personaggi si trovano a fronteggiare le nuove sfide dell’epoca contemporanea. E lentamente imparano a capire ed accogliere l’immigrato, ad accettare la diversità sessuale e a riconoscere il bullismo, per combatterlo.

autori Mascherata
Danilo Cristofaro e Gianmarco Di Lauro

Eccellente l’interpretazione del personaggio solo apparentemente in ombra, ma il più importante e senza dubbio il più bravo (tra i bravi) e talentuoso: Carnevale, alias Antonio Rateni. Il grande festeggiato è rimasto a lungo in disparte a guardare, ad osservare e studiare il grottesco disorientamento che la novità, il diverso, hanno gettato sul gruppo familiare. E al momento giusto è saltato fuori, ha agito da saggio mediatore, aiutando i nostri a dissipare dubbi e paure, a procedere più sicuri.

Maschera del Carnevale
Carnevale, Antonio Rateni

Una metafora disegnata e proposta in maniera attenta e precisa, che un pubblico mai visto prima ha assolutamente gradito ed apprezzato, nella forma e nei contenuti. Tra musiche, costumi colorati, imitazioni, balli e canti si è percepito un senso di identità che va carpito e conservato da tutti, gelosamente, affinché non si dissolva più. E’ l’auspicio di un popolo che fa fatica a rimanere compatto, ma che ci sta provando con la cultura teatrale che ha nel suo Dna, con la musica dei mandolini che da sempre si sente a Ripa e con le nuove forme di ristorazione che i bar del paese stanno sperimentando, lavorando insieme.

Mascherata 2017 il gruppo
Il gruppo A Peteke

E’ stato il primo cittadino Michele Di Bartolomeo a ringraziare per tutti, pubblicamente. “Nel vedere i miei amici e compaesani di ogni età portare per le vie del paese l’ilarità e la festa della Mascherata mi sono sentito particolarmente orgoglioso di rappresentarli – ha dichiarato – Sono riusciti a divertire il pubblico e a far trascorrere momenti allegri e piacevoli a tutti, ma lo hanno fatto toccando temi importanti del nostro tempo.
Hanno saputo trasmettere valori e messaggi col sorriso, sono riusciti a coinvolgere gente di ogni età che se n’è andata a casa con qualcosa in più su cui riflettere. Ringrazio infinitamente tutti gli organizzatori di un evento che ci ha fatto riscoprire un’identità forte che dobbiamo difendere con l’unità – ha aggiunto il sindaco – e auguro loro di continuare ad operare su questa strada per il bene di Ripalimosani, assicurando per quanto mi riguarda tutto l’appoggio che il Comune sarà in grado di offrire”.