SAN SALVO, SEMI DI… GIUSTIZIA PER PER CRESCERE NELLA LEGALITÀ

130
SAN SALVO

Ultimo appuntamento domani venerdì 5 giugno alle ore 21 in Piazza San Vitale con “Semi di… Giustizia”, nell’ambito del progetto “Educare per crescere nella legalità”, progetto promosso dal Comune di San Salvo e dall’Assessorato alle Politiche Sociali, che ha ottenuto il finanziamento della Regione Abruzzo.
Il 23 maggio 1992 il Giudice Falcone veniva assassinato insieme alla moglie e a tre uomini della scorta in quella che da tutti è conosciuta come la strage di Capaci. Il 23 maggio si è celebrata in tutta Italia la “Giornata della legalità”. Quest’anno la Fondazione Giovanni e Francesca Falcone ha organizzato la manifestazione: “Palermo chiama Italia” nel ricordo delle stragi di Capaci e via D’Amelio che si è svolta non solo a Palermo, ma anche nelle piazze italiane in cui cittadini e studenti sono stati presenti per dare testimonianza del loro impegno per la legalità. Anche San Salvo voleva essere presente e testimoniare il proprio impegno per la legalità attraverso la manifestazione “Semi di…giustizia, che è stata rinviata a causa del maltempo.
Piazza San Vitale di San Salvo si vestirà con i colori della legalità: studenti e gruppi musicali si uniranno per riflettere, suonare e cantare la legalità. «L’idea è quella di una festa di piazza che condivida lo stesso principio di giustizia e legalità» dice Maria Aurelia Del Casale, insegnante di musica nell’Istituto Comprensivo n. 2 che, con Maria Teresa Antonini e Luca Baldassarre, ha seguito un percorso sui temi della giustizia, della responsabilità personale e della condivisione di obiettivi di legalità attraverso la musica nel corso dell’anno scolastico. «I bambini – aggiunge l’insegnante – hanno partecipato con entusiasmo realizzando video, riflessioni sui temi proposti nei diversi campi scelti. La musica è stato uno strumento per capire ed entrare dentro temi complessi e per comunicare le proprie emozioni anche rispetto ad argomenti apparentemente distanti dalla nostra realtà, come può essere il tema della mafia».
«A conclusione del progetto, che ha visto soprattutto il coinvolgimento delle scuole, – dice il sindaco Tiziana Magnacca – abbiamo voluto aprire la riflessione sul tema della legalità a tutta la cittadinanza attraverso dei momenti pubblici: il convegno, che ha visto la forte testimonianza di don Maurizio Patriciello, simbolo di chi non si arrende e lotta per la giustizia e la legalità; il bellissimo film “La mafia uccide solo d’estate”, commedia drammatica diretta a interpretata da Pierfrancesco Diliberto che, attraverso i ricordi d’infanzia del protagonista, ricostruisce con toni paradossali e ironici una sanguinosa stagione dell’attività criminale di Cosa nostra a Palermo dagli anni ottanta fino ai primi anni novanta, la commedia musicale “Il canto degli scugnizzi”, un evento unico per la nostra città. Sono state occasioni forti per riflettere su temi che sembrano a noi lontani e che invece meritano approfondimenti e una conoscenza più diretta».
L’assessore alle Politiche Sociali Maria Travaglini sottolinea che «quella di venerdì con “Semi di… giustizia” è l’ultima parte di questo progetto. Una serata in cui si susseguiranno video, canti e musica, Momenti diversi che utilizzano linguaggi diversi, ma hanno tutti un obiettivo comune: parlare di legalità.”