Scambiamoci le figurine di…storia dell’arte

Chi da bambino non ha avuto un album di figurine? L’album delle figurine è un pezzo di storia, così come lo scambiarsi i doppioni delle figurine a ricreazione, o nel pomeriggio con gli amici.

Se raccontassimo tutto questo ai bambini di oggi, magari ai bambini che attualmente hanno tra i sette e i dieci anni, rimarrebbero increduli riguardo all’emozione che si provava nel completare un album di figurine. Il più famoso era quello dei calciatori Panini, ma usuali erano anche album di cartoni animati e serie tv.

Nel 2019 torna la vecchia moda che rilancia la passione per le figurine con Artonauti, il primo album di figurine dedicato alla storia dell’arte. Ad accompagnare i bambini nel viaggio all’interno della storia dell’arte ci saranno degli accompagnatori speciali: due bambini Ale e Morgana, con il loro cane Argo. È un progetto genuino e interessante, capace di mantenere il suo fascino in una realtà virtuale e dinamica. L’album è stato pensato per bambini dai 7 agli 11 anni e sarà accompagnato da storie, aneddoti, informazioni, indovinelli e curiosità che partono dalla preistoria fino ad arrivare alle avanguardie del Novecento. Gli ideatori del progetto, Daniela Re e Marco Tatarella, sostengono che i bambini scambiandosi le figurine riusciranno a memorizzare le opere e gli artisti che le hanno prodotte.

Resta solo da capire se ai bambini piacerà ancora comprare i pacchetti di figurine e scambiare la Venere di Botticelli con la Gioconda di Leonardo.