Sepino, raccontando la storia di Giulia

Sabato la presentazione dell’opera di Antonio Tammaro

456
Sepino, raccontando la storia di Giulia

Sabato 24 settembre, a Sepino nella Sala santo Stefano alle 17.30, verrà presentato “Giulia“, un racconto di Antonio Tammaro, appassionato di storia locale e presidente di Officina Creativa che insieme al Comune di Sepino patrocina l’iniziativa.
L’opera narra la storia di Giulia Di Marco, protagonista anche di “Io, Partenope”, ultimo romanzo, postumo, di Sebastiano Vassalli e di un inedito in versi del Prof. Maurizio Ferrante. Nata da una famiglia di contadini a Sepino alla fine del ‘500, Giulia, dopo una maternità sicuramente precoce per la sua giovane età, a cui deve rinunciare per le misere condizioni economiche, si trasferisce a Napoli e lì si fa suora. Il racconto dipinge la mentalità e i costumi, civili e religiosi, di quell’epoca, mettendo in luce le emozioni ed il vissuto personale della protagonista, femmina e madre allo stesso tempo, forte e fragile, accecata dai colori della vita.
Dopo due menzioni d’onore nelle edizioni 2012 e 2013 al Premio Letterario “Le Streghe di Montecchio”, l’autore si è classificato secondo alla terza edizione del premio con questo racconto. La motivazione: “una scrittura ricca, abbondante, colorata, a tratti poetica, in cui si inseriscono con equilibrio anche dialoghi e flussi di coscienza, cosa non facile in un racconto breve. Tutto al servizio di un evento imprevedibile che attraversa cinque secoli”.