Teatro Savoia: sold out per il primo spettacolo con Leo Gullotta

Leo Gullotta, famosissimo attore, comico e doppiatore italiano, apre con "Pensaci, Giacomino" la stagione teatrale 2018-2019 del Savoia di Campobasso

82
pirandello

Inaugurata ieri 26 novembre la nuova stagione teatrale 2018-2019 del teatro Savoia di Campobasso. Il primo dei numerosi e tanto vari spettacoli, proposti da Fondazione Molise Cultura, ha visto come protagonista il grandissimo Leo Gullotta in “Pensaci, Giacomino” nota novella di Pirandello. Una prima serata di gran successo: teatro pieno per una storia che ha in sé ancora dell’attuale. In sala erano presenti il sindaco di Campobasso Antonio Battista e la presidente di Fondazione Molise Cultura Antonella Presutti, che ha ringraziato tutte le autorità, la fondazione e i tecnici e ha dato il benvenuto a teatro. “Una stagione teatrale in continuità con il passato, grazie alla volontà e alla tenacia che sono dietro il lavoro svolto – afferma – il territorio ha bisogno di luoghi di cultura aperti ad un pubblico in continua evoluzione, i quali devono essere punti di riferimento per l’intera regione.”

Uno spettacolo di un’ora e venti circa che non molla mai la tensione emotiva che si allaccia con il pubblico. Si riscontra che tutti i temi toccati sono quanto più attuali: la condizione della donna, i problemi inerenti alla scuola, gli insegnanti mal pagati, la solitudine e gli anziani che aiutano a vivere grazie alle loro pensioni. Il premio Nobel di Agrigento con questo testo di condanna verso una società opportunista e bigotta riesce ad essere compreso anche a distanza di 100 anni.

Per questo il testo non è stato stravolto ma semplicemente catapultato in un’Italia che si accinge ad attraversare il boom economico degli anni ’50 e in cui ritrova la libertà perduta. È dunque ispirata al periodo espressionista vissuto da Pirandello come insegnate in Germania. E il pubblico vi è immerso grazie ad una scenografia di grande impatto: persone dalle facce cupe che osservano e sparlano di tutto ciò che accade, in pieno stile pirandelliano. Un tema che oggi sentiamo vicinissimo dal momento che attraverso i social network la gente ce l’abbiamo addosso in tutti i momenti della giornata.

Entusiasmo irrefrenabile da parte di tutti gli spettatori per un Leo Gullotta che ha interpretato alla perfezione il personaggio del professor Toti. In particolar modo ha lasciato tutti attoniti sul finale pirandelliano ricco di amara speranza, in cui riesce a far capire al giovane Giacomino il suo essere uomo e padre indipendente dalla famiglia e dalla società che lo opprime.

Dunque una grandissima soddisfazione per aver iniziato con il piede giusto la nuova stagione teatrale, che procederà sicuramente a gonfie vele visto la grande varietà di spettacoli. Non perdete la replica dello spettacolo questa sera 27 novembre alle 21 presso il teatro Savoia. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito di Fondazione Molise Cultura.