CAMPOBASSO INSIEME, L’AVVENTURA DI CLAUDIA

282
CAMPOBASSO INSIEME, L’AVVENTURA DI CLAUDIA

Sono solo una casalinga”. Lo ripete spesso Claudia Mistichelli, fondatrice del gruppo web e del giornalino “Campobasso insieme” che circola per la città e che cerca di mettere in gioco buone idee, proposte, suggerimenti, talenti e attività. Ma solo casalinga non è: fa la mamma e la moglie, vero, ma anche l’imprenditrice, come dice lei, a reddito zero di un gruppo di mutuo aiuto, coordinato dall’omonima associazione che lei guida con passione e con una certa determinazione.

Tutto è nato quasi per gioco – racconta – Scrivevo su un blog, poi ho creato il gruppo solo per confrontarmi su argomenti di interesse cittadino, per raccontare iniziative che mi sembravano da valutare, per scambiare opinioni su argomenti ed eventi.. Invece piano piano, in maniera privata, ho iniziato a ricevere richieste di aiuto, suggerimenti per poter dare una mano con il gruppo, che è diventato quindi un motore di aiuto reciproco e di diffusione delle belle e utili iniziative”.

Intanto è partita una campagna di tesseramento per ottenere sconti o benefici negli esercizi commerciali aderenti. “Chi ci sostiene con una cifra minima all’anno sostiene l’intera iniziativa, poi certamente i benefici sono sempre molto graditi”.

L’ascolto è uno degli ingredienti principali di Campobasso insieme: uno sportello aperto tutti i pomeriggi gestito dalla stessa Claudia è a disposizione in via Firenze. “Arrivano domande di ogni genere, ma soprattutto richieste di aiuto per andare avanti. Così cerchiamo di creare contatti positivi e proviamo a fare di questa rete di comunicazione una rete di solidarietà diretta”.

Ma il resto della giornata lo trascorre tra la famiglia e la gente: “Parlo tantissimo con la gente – racconta – cerco di capire i problemi e a volte li riporto alle istituzioni, anche se ho un carattere un po’ rompiscatole che a volte non aiuta. Ma che ci posso fare…sono fatta così”.

In tanti le chiedono se vuole fare politica. “Quante volte me lo hanno chiesto: in questo posto se ti occupi dei problemi della gente vuoi sicuramente scendere in campo e fare carriera politica. Io lo faccio e basta. Non sono legata a correnti politiche e conosco tutti i politici. Alcuni di loro mi sono più vicini, altri per niente. Ma non importa. Io vado avanti con la mia schiettezza e lo faccio perché mi va, non mi pongo obiettivi strategici per il futuro. Questa esperienza potrebbe portarmi a tutto, anche a chiudere baracca e burattini perché ne sopraggiunge un’altra inattesa, non lo so e non mi pongo il problema. Intanto vado avanti”.

Nel frattempo il giornale cartaceo esce ogni 15 giorni con le pubblicità dei soci, l’articolo sul problema del momento o la poesia di un giovane emergente. Si trova in alcune edicole e in molti negozi della città. “La gente vuole leggere queste cose su carta – spiega Claudia – Con i fondi delle adesioni stampiamo un numero notevole di copie, che non riescono mai a soddisfare le esigenze. Una forte collaborazione la trovo tra i negozianti che mi aiutano nella distribuzione. Insomma è nata una bella community che, sono convinta, non potrà fare che del bene alla città”.