Estate, riti e curiosità della bella stagione

L'estate è un inno all'amore, alla prosperità e della felicità. Lo dimostrano i tanti riti che accompagnano la notte più lunga dell'anno.

Con l’arrivo della bella stagione le notti si allungano, il sole accompagna le nostre giornate e si ha tempo e voglia per fare tantissime cose. L’estate è vista come la stagione del benessere, il corpo si sente meglio e si ha più energia da impegnare in svariate attività. Curioso sapere che, nel mondo, l’estate è vista, un po’ ovunque, come la stagione dell’amore e della prosperità e tanti sono i riti che accompagnavano e che accompagnano ancora oggi l’arrivo della calda stagione.

In Italia, non molti decenni fa, si celebrava il solstizio d’estate con riti per propiziare l’amore duraturo e la benevolenza della sorte: durante la notte del 21 giugno si usa esporre alla luce della luna un uovo in un bicchiere per attrarre tutte le vibrazioni positive della “congiuntura cosmica”. A Benevento, città di streghe, la leggenda narra che durante la sera del 21 le streghe si radunassero intorno all’albero di noce poco distante dalla città per rituali superstiziosi: gli abitanti proteggevano la case con rosmarino e un ramoscello di ulivo benedetto, cosa che accade ancora oggi. A Firenze, invece, sopra ai tetti delle basiliche venivano accesi dei fuochi visibili da lontano con dei contenitori pieni di grasso.

In Bielorussia, ma anche in Ucraina, nella notte più lunga dell’anno, viene svolto un rito che si chiama Kupala Night. Di sera le donne lasciano galleggiare nelle acque del fiume candele accese e in alcuni luoghi al posto delle candele si gettano ghirlande di fiori che gli spasimanti cercano di prendere per conquistare il cuore di chi le ha lanciate.

In Spagna il solstizio viene legato alla festa di San Giovanni e a un rito di purificazione: si accendono strong>grandi falò, si bruciano vecchi mobili e vecchi libri per celebrare un nuovo inizio.

La Finlandia nonostante sia una regione nordica e fredda, in estate scalda il cuore: è tradizione accendere un grande falò serale, il kokko, al quale è affidato il compito di scacciare gli spiriti avversi e maligni, di propiziare una buona stagione di raccolti e di far trovare l’amore. Le ragazze mettono sotto il cuscino 7 fiori per poter vedere in sogno l’uomo che sposeranno.

Insomma sarà vero che l’estate, oltre al sole, porta amore e serenità?