La Befana vien di notte…e porta marito. Così dice la leggenda molisana

1170
Befana

Attorno alla figura delle Befana se ne sono dette di tutti i colori. La tradizione di festeggiare questa strana vecchietta che si aggira di notte a cavallo di una scopa dispensando dolciumi e anche un po’ di carbone ai bambini più cattivelli ha davvero origini antichissime e sono tantissime le leggende che si narrano e si tramandano attorno a questa figura. La Befana viene comunque generalmente associata ad una figura propiziatoria, legata prevalentemente alla campagna e agli animali, ma in alcune regioni, come in Molise, pare possa usare i suoi poteri anche in campo amoroso.

Esiste, infatti, sin dalla notte dei tempi, una leggenda che racconta di come le giovani donne nubili molisane invocassero proprio la vecchietta con la scopa per trovare marito, recitando, nella notte tra il 5 e il 6 di gennaio, prima di coricarsi questa formula “Pasqua Bbefania, Pasqua buffate, manneme ‘nzine [in sogno] quille ca Die m’č destinate”. Insomma una richiesta per iniziare il nuovo anno con un buon auspicio. Provare per credere.