I “raffaioli” per festeggiare il “Piccolo Natale”: una bella tradizione dell’Alto Molise

197
raffaioli

Delle volte la curiosità femminile che ci porta a sbirciare gli “stati” whatsapp dei nostri contatti ci fa fare anche delle belle scoperte. Come quella dei “raffaioli“, biscotti tipici della tradizione gastronomica dell’Alto Molise, in particolare di Belmonte del Sannio che ci ha fatto conoscere Annamaria, un’amica del Colibrì, che ha risposto alla nostra curiosità raccontandoci di una bella tradizione che ogni anno rivive nelle case dei belmontesi: il “Piccolo Natale“.

Un rito che affonda le radici nella pratica della transumanza, quando i pastori mancavano da casa per diversi mesi per accompagnare le greggi verso la Puglia ed erano lontani dalle loro famiglie proprio nel giorno di Natale. Così per festeggiare la solennità più sentita dell’anno tutti insieme in famiglia si è dato vita a questa tradizione del Piccolo Natale, che anticipa di circa un mese la ricorrenza del 25 dicembre. Mogli e figli in questo giorno salutavano il proprio congiunto che partiva per un lungo viaggio. Ancora oggi, secondo la tradizione, dopo il rito religioso del mattino ci si raccoglie nelle case per gustare l’eccellente cioccolata agnonese accompagnata dai “raffaiuoli”. Dalle credenze si portano in tavola i pezzi più pregiati e belli dei servizi da thè, così da rendere più importante questo magico rito.

Un momento di condivisione, di calore familiare che oggi riporta alla mente dei più giovani i ricordi dell’infanzia e dei racconti commoventi dei propri nonni e fa rivivere una tradizione lontana nel tempo, ma vicina al cuore di tante famiglie.

Grazie ad Annamaria Mastronardi che ha condiviso con noi questo momento!