San Salvo. Antonietta, Antonio e …i biscotti del toro

antonio e antonietta

Dopo quasi trent’anni di onorata fatica sono diventati parte integrante della proposta vacanziera di San Salvo Marina, litorale sud della costa abruzzese. Sono Antonietta e Antonio, i coniugi della bancarella dei biscotti, che conoscono ormai nomi, gusti e preferenze di tutti i bagnanti che affollano il mercatino pomeridiano ogni martedì, giovedì e sabato. E li prendono per la gola con prodotti freschi di forno: ciambelle di pasta frolla, tortini,  taralli aromatizzati, cotti all’acqua o glassati, dolci e salati. Sono quelli che in tanti chiamano “I biscotti del Toro“… Del toro? Ma che c’entra ora il toro?! Quale toro?!

In effetti dopo il lavoro al mercatino Antonietta torna a casa, mentre il marito si sposta sul lungomare e aziona fino a notte il toro meccanico sul quale si cimentano bambini e adulti. Non nega di divertirsi nel far girare e saltare l’inquieta bestia, adeguando a ciascun concorrente del rodeo la prova. Qualcuno che riesce a rimanere in sella fino alla fine, nonostante il quadrupede si dimeni a più non posso per mano del padrone, ogni tanto c’è. Ma la maggior parte degli ardimentosi cavalieri cade e rimbalza a terra, o meglio sul morbido tappeto gonfio tra le risate del pubblico. E i bambini che solo qualche ora prima hanno fatto con la mamma la spesa al mercatino riconoscono inevitabilmente Antonio come “Il signore del Toro”, quello dei biscotti.

Sarà il clima generale assolutamente vacanziero, sarà una buona dose di esperienza tra la gente, ma Antonio e Antonietta mentre riempiono i golosi sacchetti scherzano ed hanno sempre una battuta o una parola simpatica per tutti. Loro sono di Monte Sant’Angelo, sul Gargano, dove si trova anche il forno di famiglia che produce dolci e salati. Antonio li carica e li porta al mercatino rientrando spesso con gli scatoloni vuoti.

“Siamo legati ormai a questo posto, dove abitiamo durante il lavoro estivo – mi raccontano – E non sapremmo farne a meno perché che in tanti ci aspettano per mangiare i biscotti del Toro a colazione o a merenda. Ci sono famiglie che appena arrivano, prima ancora di aprire la casa, vengono a vedere se ci sono i loro preferiti. E questo non può che darci tanta soddisfazione”.

Al termine del soggiorno, poi, qualcuno fa la scorta da mangiare a casa. Anche se, lontano dal mare, dal toro e dalla vacanza, non è esattamente la stessa cosa.