SCRIVE AL CONTRARIO, NUOVO GUINNESS PER SANTELIA

166
Il molisano Michele Santelia che scrive al contrario è ancora da Guinness

Michele Santelia, 56 anni di Campobasso, scrittore al “contrario”, ha ottenuto il suo ennesimo “Guinness world records”.
L’opera premiata questa volta è stata “Enoch books backwards” trascritta al contrario da Santelia adoperando l’antico idioma semitico “Ge’ez”, usando contemporaneamente 4 tastiere di computer, senza vedere lo schermo durante la digitazione. L’enorme volume, dedicato al principe George di Cambridge, è il settantatreesimo trascritto al contrario dal molisano, e gli è valso per la nona volta il riconoscimento mondiale conferito dall’istituzione londinese “Guinness world records”. La sua precedente fatica del 2013, “San Francesco backwards”, era stata da lui donata a Papa Francesco. Le capacità di Santelia sono ormai conosciute nel mondo e sono state ultimamente anche oggetto di studio da parte di ricercatori internazionali, da quando stupì tutti in TV con la partecipazione a Scommettiamo che? nel 1994, ha poi inanellato una serie di primati davvero fenomenale.