SIGNORA BELLA, GENTILE E ONESTA CERCASI

222
SIGNORA BELLA. GENTILE E ONESTA CERCASI

Una volta per questi annunci c’era Portobello di Enzo Tortora, oggi ci prova Il Colibrì. Campobasso, supermercato Oasi di via Insorti d’Ungheria. Maria parcheggia la sua automobile, scende e prima di dirigersi verso i carrelli prende con sé il computer: dentro ci sono una marea di pratiche delicate in corso, meglio non rischiare. E’ stata una giornata lavorativa piena, anche la città più fredda d’Italia è nella morsa dell’umido anticiclone africano, dentro farà sicuramente fresco….Maria appoggia il pc alla base del carrello, poi conquista le porte d’ingresso. Una spesa come sempre al fulmicotone, i tempi sono stretti, via alla cassa. Paga, carica e saluta. A casa scarica la merce: buste piccole e grandi, poi torna a prendere il computer… Ma dov’è il computer? In auto non c’è, scatta il dramma. “Non pensavo al pc in sé – racconta – ma ai documenti, ai mille dati che non potevo assolutamente perdere… non avevo fatto il back up da tempo (dannazione), ero nel panico più totale. Sì, il computer era rimasto nel carrello! Ho inforcato di nuovo la macchina e sono scappata al supermercato. Sotto quell’interrato, mentre la gente andava e veniva, speravo quasi ingenuamente mi si avvicinasse qualcuno per chiedermi se avevo perso qualcosa..nulla”. Così sale al bancone e con un filo di voce, senza troppa speranza, chiede alle addette. Quel “sì” è liberatorio, il mondo si ricompone: una signora lo aveva visto nel carrello e lo ha portato in direzione. “Sapete chi era? Vi ha lasciato il nome? L’ho chiesto ripetutamente – racconta Maria – Una bella signora di mezza età, molto gentile, ma non ci ha lasciato alcun dato, mi rispondono”. Bella gentile e soprattutto onesta, esemplare. Oggi Maria la cerca per dirle di cuore il suo grazie: chi vuole darle una mano può scrivere a redazione@colibrimagazine.it o chiamare al numero 0874484550 (chiedere del Colibrì)