La coscienza ci invita alla riflessione. Un’occasione per guardarci dentro

Domenica 5 aprile 2020 l'ONU invita a celebrare la prima Giornata Internazionale delle Coscienze

Domenica 5 aprile l’ONU ci invita a celebrare la prima Giornata Internazionale delle Coscienze. Una decisione presa il 25 luglio 2019, prima che il coronovirus ci abbia dato una ragione in più di riflettere su come viviamo, su cosa dovremmo cambiare nella nostra vita e nei nostri rapporti per superarle, su quello che sta succedendo in Italia e nel mondo. Tutti sono invitati ad aderire alla Giornata Internazionale delle Coscienze e a trovare il modo, tutti assieme, per risvegliare e fare spazio alle nostre coscienze. Tutti possono contribuire a questa iniziativa dalla propria abitazione perché è un evento che si svolgerà sui social in una campagna di sensibilizzazione delle coscienze.

L’iniziativa promossa in tempi non sospetti dall’Onu, ci spinge ancora di più, oggi, in questo tempo di emergenza sanitaria, sociale ed economica, a riconsiderare profondamente il nostro modo di vivere, le fragilità della condizione umana, il nostro rapporto con l’ambiente attorno a noi“, dichiara l’assessore alla Pace e Cooperazione Internazionale Michela Brunelli.

L’isolamento sociale, cui siamo tenuti per salvaguardare la salute di tutti, può diventare una occasione di riflessione forte sui valori che consideriamo alla base del nostro vivere, del nostro rapporto con gli altri e con la natura che ci circonda.