La Tartufata e Miranda, il buono e il bello del Molise. Ancora oggi e domani

Tre giorni di delizie profumate al tartufo, musica e intrattenimento: ieri, oggi e domani a Miranda (Is)

271
tartufata evid

Sovrasta Isernia dalla vicina montagnola il borgo di Miranda, un piccolo comune che racchiude come in una bomboniera molte delle tipicità del Molise: gente semplice ed accogliente; spazi aperti e silenziosi che si alternano al borgo vivo; distese di terra che riempiono di pace gli occhi dal belvedere, macigni di un passato importante negli angoli del centro storico. E genuine tradizioni del gusto che in questi giorni vengono esaltate dalla Tartufata, evento gastronomico che oggi ha assunto livelli qualitativi molto elevati. Dalla sagra di un tempo, infatti,  pian piano la Tartufata di Miranda è diventata un vero e proprio evento gastronomico di portata nazionale e non solo.

I brillanti organizzatori in questa edizione hanno coinvolto nomi eccellenti del panorama stellato come il Maestro Gianfranco Vissani, noto chef e personaggio televisivo, che ha realizzato un video di presentazione. Ed hanno proposto, con il loro aiuto, un menu da podio che i visitatori sin da ieri sera hanno potuto  gustare muovendosi all’interno del paese con l’aiuto della mappa distribuita al Welcome Point. Porta infatti la firma del Maestro Adriano Cozzolino la lista delle portate.

Portabandiera dei valori tradizionali della cucina del Molise e dell’arte in tavola, lo Chef Cozzolino ha realizzato un mix di sapori nuovi ed unici, mostrandone anche la realizzazione, come nel video in cui prepara il primo piatto: i cavatelli artigianali con patate, con crema di caciocavallo Molisano, fiori di zucca e Tartufo. Gli altri piatti del menu? Eccoli: l’ Uovo Molisano all’occhio di bue con Tartufo e olio Evo di Miranda per antipasto; l’Hamburgher con Pane a lievito madre al Tartufo per secondo.

Giusto per dare un’idea Miranda è a circa due ore da Roma, da Foggia e da Pescara ed è a poco più di un’ora e mezza da Napoli. Insomma, nel cuore del Bel Paese fino a domani attendono di essere apprezzate le  meraviglie del palato ei  vicoli profumati per la festa di Sua Maestà il Tartufo, “il re della tavola”.