Scoprire la nostra forza nascosta con una cena davvero speciale

Aiutare i bimbi ciechi a superare i limiti e sperimentare al contempo le nostre capacità nascoste. La cena al buio di venerdì 12 sarà tutto questo. Al ristornate Il Poggio di Montenero di Bisaccia.

Sperimentare un ostacolo anche se non c’è per provare a superarlo. Sperimentare un limite che altri hanno per acquistare insieme un’ausilioteca per bambini. La cena al buio è questo: provare a gustare il cibo in una condizione di limite, quella che vivono regolarmente le persone prive di vista, ma provare a superarlo, così come le stesse persone non vedenti fanno ogni giorno.

E’ solo apparentemente un modo nobile ed intelligente per aiutare gli altri, perché le cene al buio hanno sempre uno scopo benefico; in realtà è un modo per aiutare se stessi, perché ci si educa al superamento di un ostacolo della vita, si impara a non fermarsi davanti alla barriera, ma a neutralizzarla utilizzando tutte le altre capacità che si possiedono. E chi di noi non ha ostacoli da superare?

Così l’Unione Italiana Ciechi del Molise ha proposto a tutte le persone che questa esperienza la vogliono vivere un appuntamento gastronomico assolutamente al buio: saranno tutti gli altri sensi a descriverci gli alimenti e le pietanze, insegnandoci a gustare la compagnia ascoltando ciò che gli altri dicono, portandoci ad assaporare i gusti essenziali che tante volte rimangono nascosti, guidandoci in un percorso di attenzione all’altro e di apertura mentale di cui la nostra comunità ha tanto bisogno.

Il motore di tutto questo è una donna, la presidente Unione Italiana Ciechi Marilena Chiacchiari, che non vede con gli occhi ma che riesce ogni giorno a godere di una bella città, di un pizzo macramé o di una festa in compagnia. Il cuore e la sensibilità di ciascuno di noi hanno questi potenti, potentissimi mezzi; il problema è che se non ci troviamo nel bisogno non ce ne rendiamo conto e non riusciamo ad utilizzarli, anche se sarebbero molto utili a tutti in qualsiasi momento della vita.

Ecco perché sarà una bella serata quella alla quale ci invita l’associazione, sarà l’occasione per scoprire tutte le forze nascoste che sono in noi ed imparare ad utilizzarle per superare le difficoltà. Ed ecco perché lo scambio sarà reciproco: noi vivremo un momento di crescita e di piacere, mentre i bambini ciechi del Molise avranno una serie di strumenti per crescere sicuri imparando a vedere i colori, sempre e comunque. Una bella operazione appoggiata anche dal circuito solidale Loco Card e che Il Colibrì ha voluto sponsorizzare.

L’appuntamento da non perdere è per venerdì prossimo 12 aprile sulla costa molisana, alle 19, al ristornate Il Poggio di Montenero di Bisaccia, un luogo da favola che ha fornito la sua partecipazione. L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione con il Lions Club di Montenero.

La quota di partecipazione è di € 35,00. Per informazioni e prenotazioni (entro l’8 aprile) telefonare a 0874/422952 o 373.87.65.309, oppure scrivere a uicimolise@legalmail.it.