PREMIO FASOLINO: UNA CARICA DI UMANITA’. TUTTI I NOMI

195
CAMPOBASSO. PREMIO FASOLINO: UNA CARICA DI UMANITA'

Grande calore giovedì 28 aprile nella sala dipinta dell’Istituto Pilla di Campobasso per la quarta edizione del Premio giornalistico Pietro Fasolino che esalta lo sport come veicolo di cultura e di inclusione sociale. Sessanta gli articoli provenienti dal Molise, una trentina quelli prodotti da fuori regione. Hanno partecipato principianti, professionisti, bambini e anche persone anziane.
Onorata la dirigente Rossella Gianfagna nel saluto introduttivo, presente il presidente della Provincia De Matteis, sempre vicino a questa iniziative.
Con loro Giovanni Mancinone per Assostampa e Aldo Barletta, ex rettore del Mario Pagano e presidente della commissione giudicante.
L’amore per l’attività giornalistica non si spegne mai e il premio Fasolino ne è la prova, organizzato minuziosamente dal giornalista Stefano Venditti che con un filo di orgoglio ma con la consueta umiltà ha snocciolato i numeri della bella iniziativa.
In sala partecipanti e non, compresi i nonni ospiti della casa Cannavina di Ripalimosani che hanno prodotto i loro elaborati grazie all’aiuto degli operatori.
Agostino Cardamone, campione di boxe ma soprattutto campione di umanità, ha dato con un contributo video il bollino di qualità alla speciale cerimonia.
Menzioni d’onore all’arbitro internazionale di scacchi Giuseppe Damiano di Campobasso e al tecnico delle Nazionali giovanili azzurre di tennistavolo Sebastiano Petracca di Campobasso.
Tutti i vincitori, orgogliosi, hanno ritirato le pergamene e i premi, consistenti in ministage presso società sportive e redazioni giornalistiche, tra cui quella del Colibrì.

Ecco tutti i vincitori con la fotogallery