DALLA STRADA ALLA SALA GIOCHI SENZA SLOT

121

Sale giochi sane, per riscoprire il piacere di stare insieme, i valori che fanno crescere, le strade dell’equilibrio. Sono le “Case di Don Bosco” aperte dai Salesiani per il Sociale i alcune aree del paese per togliere i ragazzi dalla strada, per dare obiettivi, per contrastare la dispersione scolastica. Vanno diffondendosi queste iniziative fondate sul volontariato che salvano davvero la vita a ragazzi che altrimenti perderebbero la bussola. Le “Case di Don Bosco” si trovano nelle aree più difficili e prive di servizi per minori: sono sale con giochi e computer dove i ragazzi possono trovare, gratuitamente, un aiuto per le attività scolastiche ma soprattutto un sostegno educativo che spesso manca in famiglia. A Foggia, per esempio, nel quartiere Candelaro caratterizzato da forti precarietà ed emarginazione sociale, un gruppo di volontari dell’Associazione di Promozione Sociale Sacro Cuore, ha inventato il “Patto Educativo”, una sorta di contratto firmato simbolicamente dai genitori che pone l’attenzione sull’importanza e la necessità di partecipazione nelle attività dei propri figli. Strategie per restituire ai bambini e ai ragazzi il calore e la guida dei grandi, indispensabili per diventare uomini. Esempi di azione sociale che si possono imitare, oggi e ovunque.