DONNE E LAVORO, PARLA LA TOPONOMASTICA

109
DONNE E LAVORO, PARLA LA TOPONOMASTICA

Davvero unica e originale la mostra “Donne e lavoro nelle targhe stradali” realizzata dalle associate di Toponomastica femminile con l’obiettivo di sollecitare la riflessione sull’impegno femminile, sul lavoro di tante donne che col loro lavoro hanno contribuito a migliorare la società, ma spesso sono state dimenticate.

Donne e lavoro è una mostra itinerante inaugurata il 29 maggio 2015 nella sala espositiva della Centrale Montemartini di Roma, passata nel mese di settembre a Terni, Biblioteca Comunale e Museo Archeologico, e ora ritorna arricchita a Roma nei corridoi del centro commerciale Euroma2 zona EUR, dal 23 gennaio al 12 febbraio 2016, con il patrocinio del Municipio IX Roma Eur Assessorato alla Cultura e ai Diritti.

Un ricco repertorio di foto di targhe stradali che ricordano l’opera di tante letterate, poete, giornaliste, politiche, scienziate, artiste, educatrici. E poi immagini sui mestieri, antichi e nuovi, sconosciuti o diffusi, di nicchia o di massa: le acquarole di Sicilia, le corallare di Torre del Greco, le femminote dello Scilla e Cariddi, le portatrici d’ardesia, le sessolotetriestine e ancora, pittrici, musiciste, scrittrici, astronaute, politiche, scienziate, sempre di grande talento, eppure sconosciute ai più. In esposizione anche un arazzo, tessuto a Ulassai, che ricorda l’artista sarda Maria Lai, oltre ai contributi di merlettaie, viaggiatrici, lavandaie, imprenditrici. Uno dei nuovi pannelli è stato curato dall’Ordine Chimici di Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, che ha voluto ricordare le ricercatrici nel campo della chimica; l’istituto CREA è presente con un pannello sulle giovani imprenditrici in agricoltura.

Da visitare.

Per info: toponomasticafemminile@gmail.com; www.toponomasticafemminile.com

LOCANDINA

INVITO