IL PICCOLO PRINCIPE? PARLA IL DIALETTO MOLISANO

319
Il piccolo principe

“Il piccolo principe”, scritto e composto da Antoine de Saint-Exupéry, tradotto in tutte le lingue del mondo, letto e apprezzato da miliardi di persone. Tutto questo non bastava e, dopo il film-cartoon al cinema, il romanzo dello scrittore francese spopola in questi giorni a Roccamandolfi con una grande particolarità: è stato tradotto in dialetto molisano.
Con il titolo di “Ru Prengeparielle”, la Pro Loco di Roccamandolfi (ideatrice del progetto innovativo) ne stampa 400 copie che stanno già andando a ruba tra i collezionisti, soprattutto quelli stranieri.
L’Unesco ha riconosciuto i dialetti centromeridionali come lingua napoletano-calabrese, e allora perché non salvaguardare e rilevare il nostro dialetto traducendo uno dei libri più famosi e più letti della terra?
Si tratta di un’iniziativa culturale lodevole e di spicco che verrà ricordata a lungo. Intanto si spera che vengano tradotti in dialetto molisano molti altri libri ancora, poiché forse è proprio vero che “a volte un concetto viene capito meglio in dialetto che in italiano”.

Fonte www.isernianews.it