ISERNIA, LE TELE VIVE DI FRANCESCA MARRAS

139
ISERNIA, LE TELE VIVE DI FRANCESCA MARRAS

L’associazione culturale Francesco Casale di Isernia abbraccia l’arte e promuove “Coscienza pura”, la mostra di Francesca Marras che verrà inaugurata lunedì 25 gennaio alle 17 nello spazio cent8anta in corso Marcelli 180 (Isernia).

L’artista, pittrice autodidatta dedita alla tecnica mista, nelle sue opere si ispira alla natura: colori vivi irradiano tele in cui i protagonisti sprigionano positività e armonia.
Dai primi lavori dipinti su vetro, è passata all’utilizzo del legno come base delle sue opere, dei colori acrilici, di stucchi, strumenti che vengono mescolati tra loro su una ‘tela’ viva, che si modifica a seconda di come viene adoperata. In uno stile che si avvicina alla pittura materica, con accostamento di colori e materiali del tutto originali.

La mostra è stata organizzata dall’associazione Francesco Casale, con il supporto dell’associazione Le Cose, grazie alla collaborazione avviata nel mese di ottobre 2015.

«Ci siamo impegnati a promuovere un’iniziativa diversa da quelle che in questi anni abbiamo portato sul territorio – il commento di Valentina Ciarlante, presidente dell’associazione Francesco Casale -. L’arte ci attrae e ci interessa così come amiamo occuparci di qualsiasi aspetto rientri nell’ambito ‘cultura’. Da qui, con umiltà, ci poniamo l’obiettivo di coinvolgere sempre più persone in manifestazioni che riteniamo di elevato interesse pubblico e che, aspetto da non sottovalutare, sono a ingresso gratuito.
L’associazione, per questa occasione, torna nello spazio che più si adatta a ospitare un’esposizione di quadri e per questo ringrazia i titolari e i gestori dei bellissimi locali di corso Marcelli. Io e i colleghi del direttivo auspichiamo una grande partecipazione, certi che la bellezza delle opere di Francesca Marras coinvolgerà tutti i visitatori».

L’inaugurazione sarà preceduta da un breve incontro con l’artista, sempre all’interno dello spazio cent8anta.

Ingresso libero, tutti i giorni (fino al 2 febbraio 2016) tutti i giorni dalle 16,30 alle 19,30.