ISTITUTO ARCHEOLOGIA, PER PAGARE GLI SCAVI SI VENDE I LIBRI

137
ISTITUTO ARCHEOLOGIA, PER PAGARE GLI SCAVI SI VENDE I LIBRI

Quando si è raschiato anche il fondo del barile dei finanziamenti pubblici per portare avanti importanti opere di recupero archeologico, non resta che attingere alle proprie risorse e contare sulla generosità dei privati cittadini. L’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte ha deciso di avviare una campagna on line per la vendita dei testi di proprietà dell’ente. Testi di arte, di fotografia e archeologia, atlanti, antologie acquistati tra gli anni 70 e il 2013. La vendita non riguarda i libri antichi della biblioteca. Tra i lavori che l’Istituto mira a sostenere ci sono anche gli scavi di Pietrabbondante, riconosciuto tra i siti archeologici di maggiore rilievo mondiale. Per partecipare alla “Vendita straordinaria”, questo il titolo dell’evento, occorre inviare una mail al seguente indirizzo: inasa.libri@gmail.com.

Per saperne di più clicca qui