PAROLE ALATE IN SCENA A PALAZZO DEL PRETE IN VENAFRO

126
PAROLE ALATE IN SCENA A PALAZZO DEL PRETE IN VENAFRO

Per il quarto anno consecutivo la Compagnia teatrale partenopea Parole Alate sceglie Venafro e nello specifico la Dimora del Prete di Belmonte per una prima. Decamerone napoletano, il titolo del pezzo scenico che il nove aprile sarà interpretato in una sequenza itinerante all’interno del Palazzo storico, fondale di privilegio per le caratteristiche artistiche/ architettoniche che lo caratterizzano, dentro il quale gli attori e gli spettatori si muoveranno seguendo il filo di dieci racconti. Libera ispirazione al Decamerone di Boccaccio con contestualizzazioni fornite dal patrimonio culturale partenopeo espresso in racconti e in leggende intrecciati ad avvenimenti e persone. Tra i personaggi interpretati dagli attori Annalisa Raiola, Paquito Catanzaro, Imma Schettino, Giano Vander della Compagnia Teatrale Parole Alate, anche Ferdinando di Borbone e Maria Carolina d’Asburgo, quindi una sorta di duello in versi tra i poeti Ferdinando Russo e Giacomo Leopardi, ma pure la genesi della celeberrima canzone La Tammurriata nera e una versione originale della preparazione del primo zabaione della storia. Due gli spettacoli per un numero di venticinque spettatori per ogni rappresentazione, ospitati in un luogo di arte e di cultura che vedono Dorothy del Prete attenta interprete di proposte dal taglio culturale ma anche sociale e turistico che contribuiscono a svelare e a far vivere le peculiarità di un Molise che sa sorprendere e coinvolgere. Nell’immagine, particolare del Giardino d’inverno-Dimora del Prete, Venafro, in uno scatto di Marcella Cicchino. Per info 3296939118