“SI CANTA MAGGIO”, I BUFÙ DI CASACALENDA A ROMA

270
“SI CANTA MAGGIO”, I BUFÙ DI CASACALENDA A ROMA

Un primo maggio indimenticabile per Casacalenda e la sua Orchestra dei tamburi Bufù. Nel giorno della festa dei lavoratori, all’auditorium Parco della Musica di Roma, si è tenuta la IX edizione di “Si canta maggio”: una intensa giornata di festa popolare con concerti e animazioni musicali di ogni di ogni tipo, protagonisti i numerosissimi musicisti arrivati da tutta Italia per celebrare i 70 anni della Repubblica e il diritto al lavoro. Ospiti speciali dell’evento, organizzato dal maestro Ambrogio Sparagna e dalla Fondazione Musica per Roma, proprio i Bufù di Casacalenda. Tradizione, energia, passione, cuore e ritmo: i musicisti molisani si sono esibiti, insieme all’Orchestra popolare italiana di Sparagna, all’interno dell’auditorium progettato dal noto Renzo Piano, un tempio della musica che lo stesso architetto ha definito una vera “fabbrica di cultura”. L’evento del primo maggio, dedicato all’Italia e alla sua Storia ripercorsa attraverso i canti popolari, ha rappresentato un momento di straordinaria condivisione e di esposizione nazionale per Casacalenda e la sua Orchestra dei tamburi Bufù ma più in generale per l’intero Molise.
Lo spettacolo, a dir poco emozionante e incentrato sul vissuto della storia italiana, ha spaziato dai canti sociali legati ai movimenti insurrezionali del periodo risorgimentale fino alle canzoni della seconda metà del novecento, caratterizzata dalla riforma agraria e dalle lotte per l’assegnazione delle terre ai contadini, non trascurando anche i tanti dialetti e le tante musiche regionali.