Bullismo e pericoli della rete. Prevenzione ad Isernia: scuole in azione

Mercoledì 5 l'evento patrocinato dal Comune di Isernia e organizzato dall'Aiga di Isernia – Sezione Antonio Di Rollo – dal Lions Club di Isernia e dall'Associazione Ti Amo da Morire Onlus

Si svolgerà mercoledì 5 febbraio 2020, dalle 09.30 alle ore 12,30, presso l’Auditorium Unità d’Italia di Isernia, l’evento patrocinato dal Comune di Isernia e organizzato dall’Aiga di Isernia – Sezione Antonio Di Rollo – dal Lions Club di Isernia, dall’Associazione Ti Amo da Morire Onlus, dal titolo “Bullismo, Cyberbullismo e pericoli della rete, misure di prevenzione e di contrasto” finalizzato alla sensibilizzazione degli studenti sul tema in concomitanza della “Giornata Nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola” prevista per il 07 febbraio 2020.

L’evento – rivolto agli studenti che frequentano l’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado e a quelli che frequentano il primo anno della scuola superiore – vedrà la partecipazione di circa 680 tra studenti e accompagnatori delle seguenti scuole: I.S.I.S. “Majorana-Fascitelli”; I.S.I.S. “Fermi-Mattei”; I.S.I.S. “Cuoco-Manuppella”; ISTITUTO COMPRENSIVO S.G.BOSCO – Scuola secondaria di primo grado “Andrea D’Isernia”; ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “Giovanni XXIII”.

L’utilizzo della rete nell’attuale società diventa oramai strumento principale per la realizzazione del comportamento da bullo: tra quanti hanno riportato di aver subìto ripetutamente azioni offensive attraverso i nuovi canali comunicativi una o più volte al mese, ben l’88% ha subìto altrettante vessazioni anche in altri contesti del vivere quotidiano. Le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione tra ragazzi e adolescenti sono economicamente accessibili e molto diffuse ciò ha fatto sì che, ad esempio, nell’anno 2018, l’85,8% dei ragazzi tra 11 e 17 anni di età utilizza quotidianamente il telefono cellulare. Il 72% dei ragazzi in quella stessa fascia di età naviga in Internet tutti i giorni.

Le Associazioni hanno condiviso l’idea che sia oggi essenziale un’attività informativa e formativa nel campo del bullismo, del cyberbullismo, della sicurezza informatica e delle conseguenze psicologiche nei confronti delle nuove generazioni affinché queste possano avere una maggiore consapevolezza dell’uso sicuro dei nuovi media. L’evento vedrà la presenza di relatori delle associazioni organizzatrici, del personale della Divisione Anticrimine della Questura di Isernia, del personale della Polizia Postale di Isernia, di un avvocato penalista del Foro di Isernia e di psicologi.