Richard Scarry, l’illustratore dei bambini che disegna l’integrazione sociale

Il 30 aprile 1994 muore Richard Scarry, uno dei più noti autori e illustratori di libri per bambini al mondo. Scarry, statunitense originario del Massachusetts, è conosciuto soprattutto per avere ideato e illustrato una serie di personaggi per bambini molto buffi e particolari.

70
richard scarry

Richard Scarry nacque a Boston. Frequenta per un breve periodo il corso di laurea in economia, per poi abbandonare. Si iscrive presso la scuola artistica del Museo delle Belle Arti di Boston che lascia quando è chiamato ad arruolarsi nell’esercito statunitense durante la Seconda Guerra Mondiale. Alla fine della guerra Scarry lavora per diverse riviste prima di pubblicare, nel 1949, con la collana di libri Little Golden Book, collana che lo rende popolare. Diventa uno dei più grandi scrittori e illustratori statunitensi per bambini, autore di numerosi libri per bambini, pubblicando oltre 300 libri e vendendone oltre 300 milioni di copie in tutto il mondo.

Le sue illustrazioni sono riprese per ideare delle serie di cartoni animati, ma anche  per produrre una linea di giocattoli chiamata Richard Scarry’s Puzzletown. Le sue illustrazioni riguardano maggiormente le specie animali più comuni con alcune caratteristiche umane:  mangiano a tavola, si vestono, vivono in case arredate, guidano macchine e  leggono. Opere molto precise, nelle quali vengono raffigurati meccanismi complessi, come le manovre di una barca a vela, di un aereo da combattimento o il volo di un aquilone. L’intento delle sue storie è istruttivo: i libri sono pensati per insegnare parole, principi matematici e collegamenti logici. Predominano l’umorismo e l’ironia.

La sua serie più popolare ha come protagonisti gli abitanti della città di Sgobbonia impegnati nelle loro vicende quotidiane. Gran parte delle storie riguarda dinamiche del mondo del lavoro o situazioni familiari, come l’educazione dei figli. Altro tema che appare nei personaggi di Sgobbonia è l’integrazione sociale: vengono illustrati vari clochard armoniosamente integrati nella felice comunità dei cittadini. I suoi libri più famosi sono: Le storie della buonanotte di Ciccio Pasticcio, I tre orsi e Ricciolidoro – la fiaba, I tre porcellini – la fiaba, L’investigatore Mastino e tanti altri.

Scarry muore a 74 anni a Gstaad, in Svizzera, paese dove vive dal 1968. I suoi lavori e i suoi disegni si trovano negli archivi dell’Università del Connecticut. Suo figlio prosegue, in parte, l’attività del padre: disegna con lo pseudonimo di Huck Scarry. La maggior parte dei libri di Scarry sono pubblicati anche in Italia, infatti la collana  Le Pietre Preziose, di Arnoldo Mondadori Editore, ne pubblica moltissimi. Oggi molti sono disponibili nella collana Libri di Scarry.

Articolo a cura di Natascia Testa