SENTENZA MODELLO PER CHI ABUSA DELLA 104

157
SENTENZA MODELLO PER CHI ABUSA DELLA 104

Un datore di lavoro si avvale di un’agenzia investigativa per verificare il comportamento del dipendente sospettato di utilizzare i permessi ottenuti con legge 104. Colto in fallo il dipendente viene licenziato per giusta causa e fa ricorso. Il Tribunale in primo grado accoglie il ricorso del lavoratore mentre la Corte D’Appello riforma la sentenza spiegando che l’abuso del diritto è illecito non solo nei confronti dell’azienda, ma anche nei confronti dell’INPS, che eroga l’indennità.
Con sentenza dell’8 gennaio scorso (depositata il 4 marzo) la Corte di Cassazione chiude la storia: legittimo il controllo del datore di lavoro (con agenzia investigativa e relative prove). Utilizzare permessi con finalità assistenziale per scopi diversi secondo la Suprema Corte lede irrimediabilmente il rapporto fiduciario, dunque legittimo il licenziamento per giusta causa.

Per saperne di più