SOCIETÀ OPERAIE DEL MOLISE A RACCOLTA

169
SOCIETÀ OPERAIE

Le Società Operaie rappresentano in Molise realtà associative molto presenti e attive. Nei paesi in cui sono oggi presenti svolgono attività di promozione del territorio, ma anche di tutela dell’ambiente, mantengono vive le tradizioni senza venire meno agli scopi di mutuo aiuto per cui storicamente sono state fondate. In molti casi, infatti, si tratta di sodalizi sorti molto tempo addietro proprio allo scopo di portare aiuto tra i soci più bisognosi all’interno della propria comunità. Per meglio agire sui territori e offrire un’immagine congiunta e coerente delle Società Agricole molisane da un po’ di tempo e con cadenza sporadica i vertici delle associazioni si riuniscono in un Coordinamento Regionale. In merito al prossimo incontro che si terrà domenica a Colli al Volturno abbiamo sentito il Presidente della Società Operaia di Carovilli, Angelo Di Ianni, che ci ha spiegato gli obiettivi di questo appuntamento. Innanzitutto eleggere il nuovo Coordinatore che verrà individuato tra i Presidenti delle Società Operaie che parteciperanno all’incontro. Ad aver già dato l’adesione al Coordinamento Regionale sono i sodalizi di Capracotta, Carovilli, Casacalenda, Colli al Volturno, che ospiterà l’evento che si terrà a partire dalle ore 10, Lucito, San Giovanni in Galdo e San Martino in Pensilis. Dunque un momento per analizzare lo stato dell’arte e proseguire nelle azioni di dialogo intraprese nel tempo. In particolare si parlerà di un’azione di promozione delle attività associative in vista di un riconoscimento da parte dei vertici regionali. Verranno, inoltre, esaminate le richieste delle altre società che hanno fatto richiesta di adesione al coordinamento e non può mancare un momento conviviale, per offrire anche un’occasione di aggregazione e socializzazione.
Il Presidente Di Ianni coglie anche l’occasione per ricordare i prossimi appuntamenti che la Società Operaia di Carovilli metterà in campo, anche in vista delle festività natalizie: una tombolata e una pesca di beneficenza perché non bisogna mai perdere di vista l’obiettivo della solidarietà all’interno della comunità di cui la Società fa parte.