In crociera ma per lavorarci: Costa recluta 700 unità

LAVORO

Un viaggio su Costa Crociere senza pagare, anzi. E’ Costa Crociere a pagare se lavoriamo per lei… La compagnia di navigazione ha infatti annunciato un’infornata di assunti per il 2020 e lo ha fatto con un comunicato ufficiale.

Circa 700 nuovi posti di lavoro con una campagna di reclutamento fatta di selezione, formazione e inserimento. Un incremento di organico programmato con l’ingresso nella flotta di nuove navi come Costa Smeralda, varata a dicembre, o Costa Toscana che entrerà in servizio da giugno 2021.

Responsabili dell’accoglienza, animatori, pasticceri, casari, fotografi, addetti alle escursioni, animatori per bambini: le opportunità per chi vuole o ha bisogno di mettersi al lavoro sono tante. La selezione avverrà in due modi: con giornate di reclutamento a bordo, la prima sarà il 29 febbraio a Savona, oppure con corsi di formazione sostenuti dal Fondo Sociale Europeo finalizzati all’inserimento.

Sul sito di Costa Crociere è possibile reperire tutte le info.