Le caratteristiche di un curriculum vitae di effetto

colloquio lavoro

Esiste il curriculum perfetto? Per essere più precisi: c’è un metodo per redigere un testo accattivante capace di attirare l’attenzione dell’esaminatore?
Quelli che seguono sono dei suggerimenti finalizzati a rispondere alla domanda “come si fa un curriculum in grado di attirare l’attenzione di un recruiter“?

Incominciamo dicendo che il curriculum perfetto non esiste, ma ci possono essere format che risultano più adeguati rispetto ad altri. Ciò che va tenuto in debito conto è personalizzare il proprio c.v. evidenziando quelle caratteristiche che maggiormente sono indirizzate verso l’azienda alla quale andrà consegnato.
Ricordate che è un documento essenziale per presentarvi ad un potenziale datore di lavoro e, conseguentemente, prestate la massima attenzione alla sua formulazione.
Il c.v. deve elencare le vostre esperienze pregresse, le capacità che potete mettere in gioco e le competenze acquisite.
Quindi deve essere dettagliato in modo razionale e pragmatico per attirare l’attenzione della persona che lo analizzerà e che deve immediatamente avere l’idea della vostra personalità.
Dovete sempre anticipare il vostro curriculum con una lettera motivazionale che spieghi gli obiettivi che vi siete prefissati ma sempre senza peroiare il recruiter che lo visionerà.
Questo significa che dovete elaborare il testo in modo sintetico mantenendolo fluido e interessate: in buona sostanza, accattivante. Si tratta del vostro biglietto da visita e potrebbe essere l’unica volta che avete l’opportunità di essere selezionati per cui, prestate la massima attenzione anche a refusi e ad errori che provocherebbero una immagine non certo positiva della vostra professionalità.

Dovete sempre anticipare il vostro curriculum con una lettera motivazionale che spieghi gli obiettivi che vi siete prefissati ma sempre senza perdere il senso della misura.

Vi sono in rete molti modelli di layout grafici utilizzati appositamente per la compilazione dei c.v. ma potete fare anche per conto vostro, tenendo ben presente che non dovete superare le due pagine per renderlo leggibile senza ann

Cercate di dividere in sezioni il vostro curriculum seguendo uno schema che, a scendere, deve prevedere:

  • Anagrafica
  • Esperienze di studio
  • Esperienze di lavoro
  • Conoscenze lingue estere
  • Conoscenze informatiche
  • Interessi personali
  • Obiettivi

L’anagrafica si compone di nome, cognome, indirizzo, telefono, email, luogo e data di nascita, stato civile;
le esperienze di studio si compongono di tutti gli studi intrapresi in ordine cronologico decrescente, indicando i vostri voti qualora siano positivi altrimenti evitate di evidenziarli, eventuali corsi effettuati, master ect;
per esperienze di lavoro, descrivete sempre in ordino cronologico decrescente le vostre passate collocazioni, specificando data di assunzione e fine lavoro, ruolo e posizione ricoperta, nome del vostro datore di lavoro;
la conoscenza delle lingue estere deve essere indicata in modo sincero e deve essere indicato il livello di comprensione sia scritto che orale;
per le conoscenze informatiche citate cosa sapete fare, se conoscete linguaggi (e quali) di programmazione, software che sapete maneggiare discretamente, eventuali programmi gestionali conosciuti, padronanza di grafici, database ect;
indicando gli interessi professionali non siate generici bensì specifici per lasciarvi conoscere;
per quanto concerne la voce obiettivi indicate le vostre aspettative con il giusto senso della misura per non apparire arrogante ma neppure mediocre.

Suggerimenti

Per essere ideale, il vostro curriculum deve essere sintetico ma esaustivo nello stesso tempo; deve risultare fluido e leggibile; chiaro ma non arido; dettagliato senza arrivare ad essere particolareggiato; esente da autoincensamenti; curato graficamente utilizzando font leggibili e includendo una vostra foto tessera dove vi si vede con un atteggiamento professionale.

Dagli USA una nuova forma avanza: il video curriculum

Non poteva che arrivare dagli States il video curriculum, il nuovo modo per essere reclutati per entrare nel mondo del lavoro. La presentazione video è in grado di presentare la vostra personalità, l’abilità di rapportarvi con terze persone, dimostrare la vostra dialettica accompagnata dalla disinvoltura.

Certamente da noi potrebbe apparire ancora desueto inviare una video presentazione di se ma presto anche in Italia, il video curriculum prenderà certamente piede.
Prima di realizzarla, curate ciò che dovete dire e il modo per farlo scegliendo accuratamente ogni dettaglio. L’impatto visivo è impattante a tutti i livelli e potrebbe essere un successo ma anche un fallimento.